MODENA:cittadinanza onoraria e le chiavi della Città al giudice antimafia Antonino Di Matteo.

Condividi su i tuoi canali:

None
Lunedì 2 marzo durante la seduta del Consiglio Comunale il Sindaco Gian Carlo Muzzarelli e la Presidente del Consiglio comunale Francesca Maletti conferiranno la cittadinanza onoraria e le chiavi della Città ad Antonino Di Matteo.
 

 

La cerimonia in Municipio, a cui interverrà anche don Luigi Ciotti,  presidente di Libera Associazioni nomi e numeri contro tutte le mafie, sarà il primo atto pubblico di una due giorni del magistrato antimafia a Modena.

Il conferimento della cittadinanza, con inizio alle 17.30 lunedì 2 marzo, avverrà durante la seduta del Consiglio comunale e, oltre che nelle sale dei Passi Perduti e di Rappresentanza, dove sarà allestito un schermo, potrà essere seguito in diretta streaming
collegandoti a www.comune.modena.it/il-governo-della-citta

Sempre lunedì 2 marzo ma alle ore 21 i modenesi potranno incontrare il giudice di Matteo in una serata pubblica promossa dal Comune di Modena e da Libera al Forum Monzani di via Aristotele 33, concesso gratuitamente dalla Bper. 
Alla serata, coordinata dalla giornalista Giulia Seno dell’Ansa Bologna, parteciperà anche don Luigi Ciotti.

Martedì 3 marzo invece alle ore 9 è in programma l’intitolazione della Tenda di viale Monte Kosica “a tutte le vittime innocenti delle mafie” alla presenza del giudice Di Matteo, di don Luigi Ciotti, del sindaco e della presidente del Consiglio.
Successivamente, alle 10.30, Di Matteo e don Ciotti incontreranno gli studenti nell’aula magna del Corni scientifico tecnologico, presso il Polo Leonardo; coordinerà Enza Rando, responsabile dell’Ufficio legale di Libera nazionale e interverrà anche il sindaco Muzzarelli.

Gli appuntamenti del 2 e 3 marzo rientrano ne “I cento passi verso la giornata del 21 marzo”, il cartellone comune di eventi in preparazione alla XX Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie, promossa da Libera e Avviso Pubblico, che quest’anno si svolgerà a Bologna. Al corteo che sfilerà lungo le vie della città fino al piazzale VIII Agosto per la lettura dei nomi delle vittime delle mafie, del rapido 904, delle stragi di Bologna del 2 agosto 1980 e di Ustica, sarà presente anche il sindaco Gian Carlo Muzzarelli con il Gonfalone del Comune di Modena.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

VISIT CASTELVETRO!

23/04 12:23 Non riesci a visualizzare correttamente questa newsletter? Clicca qui.Il nostro territorio, la vostra scoperta!Ponte del 25 Aprile – Cosa fare a Castelvetro! Il ponte del 25