MODENA IN LARGO SAN GIORGIO: BILANCIO INIZIATIVA APERIDOG

Condividi su i tuoi canali:

None
 

 

Successo e curiosità per l’Happy Hour benefico per gli amanti dei cani e gli amici a 4 zampe   

Organizzato in collaborazione con il Gruppo Argo del Canile Intercomunale di Modena, l’evento ha permesso di raccogliere fondi e sostenere progetti

 

 

“È andata oltre le più rosee aspettative.” È il commento più che soddisfatto dei promotori dell’AperiDog. Una originale iniziativa organizzata dalla Pasticceria Remondini assieme ai volontari del Gruppo Argo del Canile Intercomunale di Modena per raccogliere fondi e sostenerli nei loro progetti. Un Happy Hour benefico – con aperitivo e buffet –  a cui ieri pomeriggio, dalle 18, hanno partecipato davvero in tanti.

 

“Con iniziative come questa si vuole evidenziare l’attenzione che il nostro locale ha verso i proprietari di cani, ma, cosa ancora più importante, abbiamo voluto dare visibilità all’importanza dei lavoro svolto dai volontari che quotidianamente aiutano cani ingiustamente considerati di serie B e che invece meritano di avere una seconda possibilità” ha aggiunto Mauro Rossi titolare dello storico locale di Largo San Giorgio.

 

 

  

 

 

 

Per informazioni, Nevent s.r.l. 059 2929413347 5538247393 0875555

 
 
________________
Antonio Pignatiello
pignatiello.a@gmail.com
347 5538247

 


 

aperido2.jpg (171 Kb)
 

Download

aperido3.jpg (143 Kb)
 

Download

aperidog1.jpg (107 Kb)
 

Download

aperidog4.jpg (183 Kb)
 

Download

aperidog5.jpg (139 Kb)
 

Download

 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati