Modena è viva e vivace

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
Considerazioni del consigliere comunale Achille Caropreso. Un invito alla città ad impegnarsi in coraggiosi passi avanti

Il convegno di studi su Antonio Delfini ed Ugo “”Guanda”” Guandalini, nonché la discussione in Consiglio comunale delle linee guida degli Stati generali della cultura, denotano che la cultura stessa a Modena è viva e…vivace. Ciò che necessita è un’ informazione capillare nei  concittadini e nei turisti di ciò che Modena può offrire. Quando nel ponte del I Maggio a Firenze gli Uffizi erano chiusi, la nostra  città – nel suo piccolo – offriva la mostra di Vermeer, l’ apertura di tutti i musei cittadini con mostre interessanti quali “”Sguardi dal Nord”” e “”Modena – Addis Abeba andata e ritorno””;  chi era interessato poteva visitare la Ghirlandina, il Duomo, la Chiesa di Sant’ Agostino ed il palazzo Ducale. Insomma, se un “”turista per caso”” si trovava a Modena, ben difficilmente si sarebbe annoiato, con in più  la possibilità di visitare la Fiera di Modena o fare capolino al concorso ippico al Parco Novi Sad. Tutto concentrato nell’ arco di un pugno di giorni: scusate se è poco. Vorrei sapere quante città potevano offrire una così ricca gamma di cultura ed eventi. Insomma, Modena i talenti li ha,  e come; deve solo metterli a frutto informando i cittadini – e non solo – delle sue peculiarità che non sono solo la Ferrari o la Maserati, ma anche le sedi dell’ Accademia di Scienze, Lettere ed Arti,  della Fondazione Cassa Risparmio di Modena con le ricchissime biblioteche di cui dispongono. Che dire, poi, dei tesori veri e propri di cui la Chiesa modenese è ricca e che sempre di più si dovrebbero aprire ai cittadini ed ai turisti. Ciò di cui Modena ha bisogno, quindi, è la diffusione – la pubblicità, oserei dire  – della ricca cultura di cui gode e delle  prestigiose sedi in cui essa è custodita: ci siamo mai chiesti cosa “”farebbero”” città come Parma, Ferrara o Mantova se avessero un gioiello quale il complesso museale dei musei civici,  da poco riordinato  e completato ?  Riflettiamo e diamoci la risposta. Allora, un po’ più di coraggio ed…avanti 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Cristo si è fermato a Eboli

ROSI ABOUT EBOLIPer la sua XIX edizione, il festival LA VALIGIA DELL’ATTORE presenta un breve documentario inedito su Rosi e Volonté durante la lavorazione di

Visit Castelvetro!

Il nostro territorio, la vostra scoperta! Visita il Castello di Levizzano Rangone in Notturna!Venerdì 8 Luglioore 21.00Castello di Levizzano Rangone Hai mai visto un Castello di notte?