Migranti, Kyenge ospite incontro promosso da Porta Aperta e Caritas

Condividi su i tuoi canali:

None

  

L’iniziativa fissata per sabato 12 dicembre presso il Teatro Tempio, viale Caduti in Guerra a Modena

 

 

Sarà l’europarlamentare modenese del Pd Cécile Kyenge a concludere i lavori dell’incontro “Fate il bene, Dio ama coloro che compiono il bene – l’accoglienza di profughi e migranti a Modena” promosso da Associazione Porta Aperta e Caritas diocesana per la giornata di sabato 12 dicembre. L’appuntamento è fissato per le ore 9.30 presso il Teatro Tempio, in viale Caduti in Guerra 192 a Modena.  

 

 

Sarà l’europarlamentare parlamentare del Pd Cécile Kyenge a concludere la giornata di confronto sul tema dell’accoglienza di profughi e migranti a Modena, promossa per la mattina di sabato 12 dicembre da Associazione Porta Aperta e Caritas diocesana dal titolo “Fate il bene, Dio ama coloro che compiono il bene – l’accoglienza di profughi e migranti a Modena”. Insieme all’europarlamentare Pd a confrontarsi sul tema saranno don Erio Castellucci arcivescovo di Modena e Nonantola, Laura Solieri co-autrice del libro ArginiMargini dedicato al lavoro di Porta Aperta, il professor Vincenzo Pacillo docente di diritto ecclesiastico all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Giuliana Urbelli assessore al Welfare e Integrazione del Comune di Modena, Hayette Cheick dei Giovani Musulmani in Italia, Maria Elisabetta Vandelli presidente dell’Associazione IntegriaMo e lo scrittore Simone Ramilli. Coordina l’iniziativa Luca Barbari dell’Associazione Porta Aperta. “Quella di sabato sarà un’occasione di confronto e dialogo importante per confrontare esperienze ed ascoltare chi quotidianamente è impegnato ad affrontare questa emergenza”” commenta l’europarlamentare.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo