Mi sento molto più tranquillo in pista a 300 all’ora che sulle nostre strade

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

Il pilota Andrea Bertolini, nostro concittadino (nato a Sassuolo il primo dicembre 1973), campione del mondo in carica del Campionato FIA GT con la Maserati, confessa ai soci del Rotary Club : «In pista mi sento più sicuro che a Sassuolo».

E’solo una battuta, forse, ma deve indurre tutti noi a riflettere sulla situazione delle nostre strade. Sostiene Andrea Bertolini:  «Quando sono in pista a 300 all’ora mi sento molto più tranquillo rispetto a quando giro sulle nostre strade». Con la semplicità tipica di un campione abituato ad andare al sodo, ha detto quello che tutti noi sassolesi pensiamo da tempo: mentre il corpo della Polizia Municipale è impegnato per lo piu’ a multare con grande solerzia le auto parcheggiate in centro con il tagliando del pagamento scaduto (magari da dieci minuti, ma si sa: le casse del comune piangono !) assistiamo come utenti della strada a situazioni pericolose per velocità e per intensità del traffico sulla rete urbana. Allora urge una proposta politica credibile che dia un segno del cambiamento possibile anche nella nostra città: la soluzione che propongo potrebbe essere quella di liberare dal lavoro di ufficio molti degli addetti della Polizia Municipale adesso impegnati nel disbrigo delle scartoffie (si potrebbero attribuire queste competenze ad altri impiegati comunali oppure facendo qualche assunzione mirata), e moltiplicare così la loro presenza sulle strade magari raddoppiando e diversificando i turni. 

Otterremmo così due risultati: oltre ad un miglior controllo delle situazioni di pericolo nella viabilità, contribuire ad esercitare quel tanto auspicato effetto dissuasivo nei confronti della microcriminalità, che come sappiamo, esercita spesso indisturbata la sua “”sporca”” attività ai danni dei nostri concittadini. La nuova amministrazione, che sono certo sarà guidata dal Sindaco Luca Caselli, dovrà farsi carico anche di questa brutta eredità, e dovrà restituire al nostro concittadino Andrea Bertolini la tranquillità della guida della sua auto anche quando, fuori dai circuiti mondiali, si troverà a percorrere le strade sassolesi!

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...