Master in comunicazione…

Condividi su i tuoi canali:

None

Sto pensando che non sono riuscito a darvi il resoconto del consiglio comunale del 28/09…sono all’estero e quindi per poterlo fare mi serviva l’aiuto di qualcuno li’.

       Ho chiesto in qua e in la’….alla segreteria comunale se tramite il segretario si poteva rimediare una copia del verbale…poi mi sono venuti in mente prima uno…….e poi due……””cronisti ufficiali””…..tali Boffa e Garbin e mi son detto: visto che ogni tanto scrivono per la Gazzetta e per scrivere prima bisogna sentire…..me lo mandano uno dei due…il resoconto! Troppa fatica: loro non hanno bisogno di andare a sentire le notizie, le ricevono a casa sotto forma di comunicati dalla segreteria comunale…la voce del padrone a domicilio!

       E’ una gran bella comodita’ che consente ai due di dedicare tempo a cose serie:

Boffa e’ molto preso dal ripetere dalla Gazzetta su facebook per qualcuno che lo imita tutto quello che esce sull’Inter. Garbin lo conosco meno ma….Non me la prendo molto: anche quando riesco a farlo il commento e lo “”posto”” dopo trenta secondi e’ scalato a meta’ pagina e dopo sessanta e’ in fondo!

         E’ la frenetica attivita’ dei mangiatori di baci Perugina che leggono sulla carta il pensierino e lo “”postano”” a tutti, oppure di quelli che hanno trovato una massima o una poesia sull’enciclopedia e ce la copiano non considerando che i libri non li hanno solo loro e a leggere siamo buoni anche noi. Quei due o tre posti che ti mandano fuori pagina li occupano quelli che raccontano come si sono svegliati la mattina o dove contano di andare la sera….

          E’ un bel mondo….e comunque come si dice…..a ognuno il suo!

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

La tragedia di Firenze

Il disastroso crollo nel cantiere edile in via dei Martiri, a Firenze,  oltre al problema della sicurezza, drammaticamente ha rivelato cose che purtroppo, pur essendo

Mons. Giacomo Morandi e il suo Non Expedit

Subito dopo l’Unità d’Italia, alcuni sacerdoti prima e poi voci della Chiesa  sempre più ufficiali dichiararono sconveniente e quindi inaccettabile la partecipazione dei cattolici alle