MARANO – FESTIVAL NAZIONALE DEL TEATRO DEI RAGAZZI 2023

Condividi su i tuoi canali:

MARTEDÌ 9 MAGGIO LO SPETTACOLO “NOTE DI VIAGGIO”

Martedì 09 maggio, nell’ambito della 38esima edizione del Festival Nazionale del Teatro dei Ragazzi, storica manifestazione che promuove e valorizza il teatro realizzato, ideato, ed eseguito dai bambini e  ragazzi dell’intero territorio nazionale, ci sarà lo spettacolo della Scuola teatrale di Palermo “Utopia piccola società teatrale”, che alle ore 10:00 calcherà le scene con lo spettacolo “Le vite invisibili”, la storia di un assurdo viaggio in treno che oscilla tra il reale e l’immaginario, durante il quale sei personaggi senza nome avvolti da una nube di irrealtà onirica si ritroveranno ad affrontare fermi e chiusi dentro una carrozza ferroviaria un viaggio interiore che li porterà a ragionare sulla propria condizione psicologica ed emotiva.

Sarà poi il turno della Scuola secondaria di I grado “S. Quasimodo”, che con lo spettacolo “Il mio nome è Bertha” ha già aperto la 38^ edizione del Festival di Marano nella serata inaugurale. La storia dell’espatrio di una ragazza loro coetanea nei primi anni del Novecento permetterà ai giovani attori protagonisti della performance di dare voce alle loro personali emozioni soprattutto in relazione alla “condizione dell’escluso”, affrontando così il tema del viaggio in relazione al fenomeno storico della emigrazione, che fa parlare di sé ancora oggi, ragionando tra storia individuale e storia collettiva.

Da non perdere lo spettacolo “Note di viaggio” offerto dalla musica dalla Scuola “G. Ferraris” IC4 di Modena a partire dalle ore 20:30: una serata all’insegna di musica e poesia, in cui i lavori dei grandi compositori e i testi dei più illustri autori della letteratura ci accompagneranno in un viaggio che da loro diventa nostro, portandoci alla scoperta di noi stessi e del mondo. Le note della musica si fondono dunque alle note poetiche in un diario di bordo senza tempo. Le musiche che verranno eseguite durante la serata sono state arrangiate appositamente per questo organico che prevede una totalità di 90 elementi tra chitarristi, clarinettisti, violinisti, pianisti, percussionisti e lettori.

Il festival è promosso dall’Unione di comuni Terre di castelli, dal Comune di Marano sul Panaro, dalla fondazione di Vignola, dalla regione Emilia-Romagna. con il supporto di Aitec srl e con il patrocinio del Miur, mentre l’organizzazione e la direzione artistica sono  affidate al Poesia festival in collaborazione con il laboratorio musicale del Frignano.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Alla zappa! Tutti, senza distinzioni.

Nel recente passato e tutt’ora, anche se in misura minore, c’era l’abitudine di invitare alla zappa le persone negligenti, gli scansafatiche, gli incapaci … chi

Terzo mandato

La possibilità di un terzo mandato per i presidenti di regione è stato respinto in Commissione affari costituzionali del Senato; tutti contrari, maggioranza e minoranze

Mostra su Toulouse-Lautrec

Giovedì 22 febbraio 2024 inaugurata a Palazzo Roverella di Rovigo la grande Mostra su Toulouse-Lautrec (1864-1901) più di 200 opere per raccontare il sublime artista