Manifestare il disappunto in modo civile

Condividi su i tuoi canali:

None

I cittadini di Modena forse ricorderanno che in un freddo Sabato di Gennaio, esattamente il 12 Gennaio 2008, due Signore sotto i Portici del Collegio di Modena (non rappresentavano nessun partito politico e non chiedevano soldi) con foglio e penna alla mano chiedevano firme per non dover bruciare, un’altra volta, nel nostro inceneritore i rifiuti di Napoli.

 

Queste firme sono state portate, insieme al Vice Presidente regionale del CODACONS, a Bologna e, poiché non ha potuto riceverci il Presidente della Regione Vasco Errani, sono state consegnate personalmente all’Assessore all’ambiente Zanichelli.

 

Dopo avergli chiesto una spiegazione sulla scelta di accettare i rifiuti di Napoli, ci ha detto che veniva fatto per dimostrare all’estero che si stava facendo qualcosa per finire questa emergenza; ci è poi stato detto che non avrebbero più preso rifiuti di Napoli.

 

Cari Cittadini la diossina e le polveri uscite (in più oltre alle nostre) dall’inceneritore, ce le siamo respirate noi e i nostri bambini.

 

Se le promesse fatte in Regione verranno disattese continueremo ad avvelenarci maggiormente (noi pensiamo che basti respirare la nostra m…..).

 

Vorremmo fare appello: chi può mandi una mail al Primo Cittadino di Modena  sindaco@comune.modena.it

Affinché si faccia garante per i cittadini che non desiderano più altro veleno oltre a quello prodotto dalla nostra città.

 

Ferrari Anna

 

[ratings]

Ultimi articoli

I nostri social

Articoli popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Alla zappa! Tutti, senza distinzioni.

Nel recente passato e tutt’ora, anche se in misura minore, c’era l’abitudine di invitare alla zappa le persone negligenti, gli scansafatiche, gli incapaci … chi

Terzo mandato

La possibilità di un terzo mandato per i presidenti di regione è stato respinto in Commissione affari costituzionali del Senato; tutti contrari, maggioranza e minoranze

Mostra su Toulouse-Lautrec

Giovedì 22 febbraio 2024 inaugurata a Palazzo Roverella di Rovigo la grande Mostra su Toulouse-Lautrec (1864-1901) più di 200 opere per raccontare il sublime artista