Magia, luce e colore al Mineral Show

Condividi su i tuoi canali:

C’è una magia nell’ambra dovuta proprio a questo, alla trepidazione di chi la guarda, al rispetto per la piccola vita che racchiude, e per la sua bellezza eterna.
art. di A. D’Alessandro Zecchin

 

Si apre all’insegna della magia dell’ambra, il Mineral Show 2011 che dal 20 al 22 maggio è presente al padiglione 7 della Fiera di Verona.

L’Ambra, regina di questa edizione, è una delle infinite meraviglie della Natura e gli esemplari più belli, provenienti da tutto il mondo,  saranno esposti grazie alla collaborazione tra la Project & Consulting s.r.l. e la ditta Ambra Greco di Milano, in particolare.

All’incanto e al piacere per la vista, al calore  e alla luminosità di questa splendida “gemma vegetale” si unisce l’interesse per l’origine dell’ambra, dono dei giganteschi alberi che nella Preistoria ricoprivano la Terra. Di quel lontano Eden, dell’immensa ricchezza di quelle foreste, a noi uomini del Terzo Millennio arriva il dono dell’ambra, la resina secreta da quelle rigogliose piante. Resina trasparente e profumata,  che nel suo viaggio lungo il tronco, conglobava e imprigionava per sempre piccoli insetti, foglioline, piume, sottili aghi di pino, o di abete, lasciandoli intatti  per sempre, alla nostra vista, per noi.

C’è una magia nell’ambra dovuta proprio a questo, alla trepidazione di chi la guarda, al rispetto per la piccola vita che racchiude, e per la sua  bellezza eterna e immarcescibile.

Ma, insieme all’Ambra che quest’anno è la regina, come sempre il Mineral Show è molto, moltissimo altro.

E’ una festa,  è una gioia per gli occhi, è l’occasione per gli esperti del settore e per gli appassionati, per il commercio e per lo scambio, di pietre preziose, di pietre dure, di  fossili, di semilavorati…

Ed è anche l’occasione per mettere alla prova la propria creatività e la propria fantasia, perché nel ricchissimo assortimento presente è possibile acquistare le perle e le pietre più gradite, i distanziatori, i moschettoni, in argento, oro e altri materiali, i fili speciali, per dare vita a gioielli unici che, al valore dei vari elementi uniscono il pregio del tempo, della cura e della perizia   profusi nel confezionarli.

Ma, pur rispettando tutto questo, da appassionata di minerali io mi perdo alla vista dei cristalli di ametista, di quarzo ialino, di acquamarina…incantata  anche delle umili rose del deserto, dalle sottili agate, dai piccoli quadretti di “pietra paesina” , dalle piccole pepite d’oro, dall’argento nativo come dalla semplice pirite, o dai geodi.

Essi, all’apparenza rozze pietre rotondeggianti, di  varie dimensioni,  racchiudono all’interno il loro tesoro, originato da infiltrazioni di minerali in soluzione acquosa che, tramite mineralizzazione secondaria, creano la cristallizzazione interna.Ne esistono di incantevoli.  

Quando il venditore, con un apposito sistema, divide abilmente  in due il geode, il suo interno rivela i cristalli,  meravigliosi per colore e forma.

E, qualora il geode risultasse  “pieno”, un espositore, assai generosamente, avvisa i suoi clienti che  provvederà alla sua sostituzione. Vale davvero la pena di scegliere un geode, ad un prezzo accessibile, mettendo alla prova il proprio intuito, premiati da cioè che esso racchiude.

Ho avuto il piacere, fra i molti  espositori, di incontrare Silvia Morselli, di Vignola, la gentile signora che vedete nella foto.

Pietre dure burattate, pietre dure grezze,  pietre sacre, piramidi e sfere,pezzi unici in pietra dura,  pezzi unici in quarzo, forme in pietra dura, animali e statue,  ciondoli e amuleti e poi bracciali e collane… Molto difficile staccarsi dal tripudio di bellezze in  esposizione.

Silvia e la sua gentile aiutante, instancabili,  seguono, consigliano, informano,con garbo e affabilità.

Vi segnalo  http://www.saxlamagia.com/cat042.phpn=1

il sito di Silvia Morselli,  

nonchè il negozio on line.Merita  di essere visitato.

E, soprattutto, merita di essere visiato  il Verona Mineral Show 2011, sempre eccezionale.

Eccezionale per superficie (mq 20.000) per numero di espositori (oltre 400, di cui 200 stranieri) per affluenza di visitatori (oltre 30.000) e per settori merceologici,  Mineralogia,Paleontologia,

Gioielleria, Gemmologia, Bigiotteria,Entomologia, Malacologia…

Merita una visita, anche un breve viaggio.

 

 

 

Ringrazio molto il Presidente Amleto Longhi  e una delle gentili segretarie in particolare, la signora Francesca

Il Verona Mineral Show è aperto dalle  09.00 – 19.00, ed è organizzato da Ente Project & Consulting srl. Tel 045/522492 -Fax 045/522454

Biglietto d’ingresso   Adulti € 7,00  Ridotto € 5,00 (6/14 anni)

 

Ago D’Alessandro Zecchin

e collane

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Come ti liquido la Slepoj !”

La prematura scomparsa della psicologa, scrittrice, giornalista Vera Slepoj, ha destato sorpresa e cordoglio ma c’è anche chi l’ha citata solo per il giudizio negativo

I Lions a favore del volontariato

A conclusione dell’anno lionistico 2023/2024, il Lions Club Modena Estense, congiuntamente al Lions Modena Romanica, hanno erogato un contributo di Euro 8.000,00 a favore della