Maggio delle Vedute

Condividi su i tuoi canali:

None

Maggio delle Vedute

Base per conferenza stampa

 

Lunedì 23 aprile 2018, alle ore 10.15 per le emittenti e alle ore 10.30 per la carta stampata e i quotidiani web, presso la sala riunioni del Palazzo degli Uffici Tecnici, con ingresso dal passaggio fra il palazzo stesso e il Teatro Astoria, si tiene la conferenza stampa di presentazione della rassegna Maggio delle Vedute, inserita nel Maggio Fioranese, che inizia il 27 aprile e prosegue fino al 27 maggio.  Intervengono l’assessore alle politiche culturali Morena Silingardi e i rappresentanti delle associazioni protagoniste: In-Arte, Altre Vie, Stravaganza, Nuraghe, Lapam. 

 

“Sono soddisfazioni! – commenta l’assessore alle politiche culturali Modena Silingardi – perché ‘Maggio delle Vedute’ conferma l’originalità e la qualità delle proposte di Fiorano Modenese, sviluppate con il sostegno dell’amministrazione ma con grande energia e forza dalle nostre associazioni, capaci di collaborare e impegnarsi per obiettivi comuni, scendendo in piazza con un linguaggio pop, proposto da grandi professionisti ma capace di coinvolgere tutti. Un calendario di livello come questo della seconda edizioni, soltanto due anni fa non sarebbe stato possibile ed invece ora, non solo affiancherà il Maggio Fioranese, ma si aggiungerà ad altri grandi appuntamenti come l’Ennesimo Film Festival”.

 

“”Con la seconda edizione del ‘Maggio delle Vedute’ continuiamo il lungo percorso di educazione al vedere e alla bellezza –  spiega l’ideatrice e direttrice artistica Tina de Falco -. ‘Vedute’ è un termine ampio che abbraccia il paesaggio, le percezioni visive, il modo di rapportarsi alla vita, il modo di interpretare la realtà. Protagoniste della seconda edizione saranno le emozioni suscitate dall’arte, la poesia, la letteratura, la musica, in grado di  toccare il nostro sentire e le nostro percepire, il nostro vedere. A vedere si impara anche con gli occhi del cinema, della pittura, della scultura, della fotografia, della letteratura, della natura e della filosofia e oggi anche la cibernetica. L’uomo sa vedere bene non solo con gli occhi, ma anche con il cuore, è un vedere emozionale che lo affianca sempre quando la bellezza della natura o dell’arte lo travolgono. Il vedere è un modo di sentire oltre la percezione”.

 

 

La manifestazione Maggio delle Vedute, giunta alla seconda edizione e che si svolgerà a Fiorano Modenese dal 27 aprile al 27 maggio, è caratterizzata da un programma ricco di appuntamenti che hanno l’obiettivo di stimolare un dialogo vivo e stimolante tra linguaggi differenti e i loro interpreti, incentrato sul tema del “vedere”.

Per oltre un mese Fiorano ospiterà, nelle strade del centro storico, eventi, degustazioni, incontri con gli autori, mostre d’arte, performance POP con il coinvolgimento diretto della popolazione.

Spin-off del Maggio Fioranese, “Maggio delle Vedute” è un innovativo format artistico-culturale  ideato e organizzato dall’Associazione InArte con il Comune di Fiorano Modenese, in collaborazione con le associazioni: In-Arte, Lapam, Arte Vie, Circolo Nuraghe, Accademia della Stravaganza, Africa nel cuore, Simponziani, Pezzidivite e curato dalla direttrice Tina De Falco, esperta d’arte.

Cuore della manifestazione è il tema delle “emozioni” suddivisa in cinque ambienti tematici: arte visiva, letteratura, musica performance e teatro. Spazi dove incontrare, conoscere e ascoltare artisti emergenti, scrittori, attori, cantanti, facendosi accompagnare in un’esperienza a 360° nel mondo del vedere e del sentire. A questi si aggiungono ulteriori momenti di degustazione (gratuiti), a completare un percorso che coinvolge tutti e cinque i sensi del visitatore per fargli vivere un’esperienza autenticamente performante.

 

Maggio delle Vedute inaugura venerdì 27 aprile in Piazza Ciro Menotti con una Performance con gli artisti in piazza. A partire dalle ore 15 tutti i cittadini, artisti e dilettanti, sono invitati a venire in piazza Menotti con cavalletti, macchine fotografiche, colori e fogli da disegno per dipingere in libertà, dando libera espressione alle proprie emozioni. La serata prosegue con la cantante Selene Luna e DariaTrasenko in Emozioni d’Autore aperitivo a cura del ristorante “La Castellana”.

 

La manifestazione darà ampio spazio agli artisti visivi con l’inaugurazione, venerdì 27 aprile alle ore 20, della mostra fotografica ‘Vedere Emozioni’ fotografie di Angelo e Luca Nacchio,  a cura di Monica Callegari e Tina de Falco. 

 

Altra inaugurazione, domenica 29 aprile alle ore 10,30 con  la mostra ‘Così vedendo’ di Beatrice Zagato, aperta fino al 13 maggio nella sala primo piano Teatro Astoria. La Zagato è un’artista padovana che vive e lavora tra l’Italia e la Spagna. E’ stata una dei tre artisti selezionati per trascorrere il mese di ottobre 2017 a Londra, nell’ambito della Art Residency di Art Apartments, London is Open, collaborando con lo street artist londinese Steve McCracken la cui arte si ispira alla vita di tutti i giorni, agli incontri umani e al romanticismo delle piccole cose.

 

Il programma continua de installazioni dedicate al mondo delle emozioni: ‘Vedere a colori: monocromie fioranesi’, in collaborazione con il Circolo Nuraghe, che si svolgerà in via Vittorio Veneto il 12 e 13 maggio mentre l’associazione Arte Vie inaugurerà, sempre domenica 13 maggio alle ore 18,30, presso il Bla, l’installazione Gioia, Amore, Rabbia e Malinconia, narrazione di Annalisa Valli.

 

Le parole e le idee trovano spazio tra gli ‘Autori in vista’, che incontreranno il pubblico le domeniche del mese di maggio alle ore 10, tra la Saletta Civica e l’atrio di Villa Cuoghi. Si parte domenica 13 maggio con Rossano Dallari, ex primario di pneumologia all’Ospedale di Sassuolo, con ‘Sotto il camice un cuore – Ricordi e riflessioni di un medico nostalgico’ con la partecipazione dell’associazione Africa nel cuore. Il 20 maggio i tre poeti Emilio Rentocchini, Roberto Alpwroli e Alberto Bertoni presenteranno il libro ‘Come cani alla catena’, in collaborazione con il circolo Nuraghe.  Infine, domenica 27 maggio ci sarà l’attrice e autrice romana Francesca Nunzi impegnata nella lettura de ‘Quei due nell’orecchio’. La Nunzi è conosciuta dal grande pubblico grazie alle sue partecipazioni alle serie TV Maresciallo Rocca e Don Matteo e per le interpretazioni cinematografiche con Verdone e Vanzina).  Illustrazioni a cura di Manuela Trimboli. 

Le Performance teatrali saranno curate dall’Accademia Stravaganza. Due le iniziative: domenica 29 aprile e 20 maggio presso la Saletta del Teatro Astoria, al primo piano.

Per gli amanti del gourmet, domenica 20 maggio, alle 19,30, presso il Bla, Assaggi di vini e specialità sarde a cura di Pezzidivite con Giada e Alessandro Appeddu accompagnati dalla musica di Nico, in concerto, sempre al Bla, alle ore 21.  

Infine sono previste, domenica 13 maggio e 27 maggio, in via per il Santuario, le Performance del Borgo “Salendo per le s/Viste. Lettura con fiaccolata di pensieri, racconti e poesie sulle emozioni.

Seguendo gli hashtag #maggiodellevedute, #imparoavedere e #iovedutista, sarà possibile lasciare pensieri creativi e raccontare il proprio modo di vedere la realtà in tutte le sue sfumature.

 


 

CONF STA MAGGIO.JPG (3214 Kb)
 

Download

 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Come ti liquido la Slepoj !”

La prematura scomparsa della psicologa, scrittrice, giornalista Vera Slepoj, ha destato sorpresa e cordoglio ma c’è anche chi l’ha citata solo per il giudizio negativo

I Lions a favore del volontariato

A conclusione dell’anno lionistico 2023/2024, il Lions Club Modena Estense, congiuntamente al Lions Modena Romanica, hanno erogato un contributo di Euro 8.000,00 a favore della