Ma quale guerra tra poveri!

Condividi su i tuoi canali:

""Le Forze dell’Ordine fanno, purtroppo, da scomodo filtro, in questi ultimi tempi soprattutto, fra i politici colpevoli di inenarrabili colpe e meschinità, e i cittadini.""
art. di Maria

Muro contro muro… per indicare due situazioni opposte e inconciliabili, 

mal di pancia… inteso come malumore dei cittadini, degli iscritti, etc e non come malanno intestinale, riunione  interlocutoria…che sta a significare un incontro inconcludente…e così via,  fino a quel leggendario (si fa per dire) il condizionale è d’obbligo… che consente di p raccontare agevolmente qualsiasi notizia, anche la più inverosimile… cautelandosi dietro quella frasetta.

Chi non conosce queste abusate espressioni!

Sono i cosiddetti “tormentoni” ossia quelle frasi, ripetute fino alla noia e allo sfinimento ( degli ascoltatori e dei lettori) frasi pigramente rispolverante con monotonia e ripetitività dai giornalisti, tanto dai “santoni” intoccabili tanto quanto dai loro più modesti e sconosciuti  colleghi  che, probabilmente per sentirsi alla stessa vertiginosa altezza, li scimmiottano, usando, come dicevo, fino alla noia e allo sfinimento altrui, queste  stesse espressioni, ormai  fruste e prevedibilissime.

Dico la verità, alcune mi fanno sorridere, altre   mi irritano, una, invece, mi indigna sommamente :
Guerra tra poveri.

Mi piacerebbe proprio vedere chi per  primo ha avuto la bella idea di  definire “guerra tra poveri” gli scontri tra le forze dell’Ordine  e i manifestanti o i singoli cittadini, scontri  talvolta così violenti, come abbiamo purtroppo visto  appena qualche giorno fa a Roma.

Mettere sullo stesso piano i manifestanti, a qualsiasi titolo, e le Forze dell’Ordine è una grande ingiustizia.Come se gli uomini della Polizia potessero dire “siamo sulla stessa barca” o “volemose bene” e altre  banalità…in quanto a loro volta cittadini, lavoratori, non profumatissimamente retribuiti.
Davvero un’indecenza.
Non spreco tempo a discutere  sulla grossolanità di chi considera questi uomini dei tizi che sbarcano il lunario “menando” i cittadini inermi, gli operai disperati, e quant’altro…
Le Forze dell’Ordine, per loro preciso compito, hanno sempre quello di mantenere,  appunto,  l’ordine e garantire la sicurezza, dei politici o dei cittadini, di chi manifesta o di chi non si sogna di farlo, di chi protesta e di non lo fa, dei tifosi di calcio  o degli indifferenti.

Sono persone preparate, più di quanto i beceri “signor sotutto”  , esperti da bar Sport, sostengono, magari comodamente assisi davanti a PC, disquisendo  di ordine pubblico e quant’altro.

Ricordo con particolare disgusto,  fra i miei conoscenti, un tipico  “ganassa meneghino” di quelli che penalizzano e discreditano la gente milanese … che stimo e  che non è certo tutta così spocchiosa e sbruffona…

Ebbene, la frase prediletta usata di questo signore  quando, ovviamente  seduto comodo al ristorante  o davanti al PC, per  liquidare Poliziotti e Carabinieri,  era uno sprezzante “addestrati da Paperino” 

Le Forze dell’Ordine fanno, invece e purtroppo,  da scomodo filtro,  in questi ultimi tempi soprattutto, fra i politici colpevoli di inenarrabili colpe e meschinità, e i cittadini.

Questo non significa certo che non condividano e non comprendano le proteste di questi ultimi, tantomeno che  abbiano a cuore le sorti dei primi o li scusino.

Un compito ingrato, quello degli uomini delle Forze dell’Ordine,  lì a fare la parte dei cattivi, contro gli studenti, contro gli operai, contro i manifestanti, a fare da bersaglio per le intemperanze e le violenze di chicchessia.

Il denaro non è tutto nella vita, si dice, e certo i Poliziotti e i Carabinieri lo dimostrano, lavorando con senso del dovere, spirito di sacrificio, abnegazione e dedizione, per stipendi non certo adeguati al loro impegno e al loro rischio.

Ma dire “guerra fra poveri” sta a sottintendere non solo i che i predetti  “sono sulla stessa barca” o ma mostra anche l’immensa banalità di chi è convinto che  Poliziotti e Carabinieri dovrebbero, in certi frangenti,  “girarsi dall’altra parte”…far passare i manifestanti, farli andare a distruggere, incendiare magari uccidere…

Ma p
er favore!

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

SASSUOLO ANTIQUARIATO VINTAGE

Un weekend in cui il “tradizionale” mercato dell’antiquariato del primo sabato del mese in piazza Garibaldi raddoppia. Si svolgerà, infatti, sabato 3 e domenica 4