L’Unesco, il cielo e il Duomo di Modena

Condividi su i tuoi canali:

None

Dal 2 al 5 aprile si realizza, a livello mondiale, la “100 ore dell’astronomia” promossa dall’Unesco quale momento di coinvolgimento di astronomi, appassionati, educatori e giovani allo spettacolo del cielo, nella sua realtà spettacolare e avvincente. L’Unesco intende richiamare, con questa iniziativa che si ripete per quattro notti, ad un’osservazione più attenta del patrimonio astronomico, suggerendo anche la riscoperta di contributi e di strumentazioni che sono a nostra disposizione e di cui fruiamo scarsamente.

“Ci attendiamo un’esperienza innovativa, che possa portare molti ad effettuare una prima osservazione del cielo attraverso un telescopio e la maggior parte della popolazione di condividere le conoscenze sull’universo stellato”, dichiara René Leffort, direttore di “Le Courrier Unesco”.

L’iniziativa presenta aspetti ancor più avvincenti per i modenesi: in questi giorni si scopre finalmente, dopo lunghi mesi di lavori, la facciata del Duomo, recuperata alla sua raffinata essenzialità e all’originale dimensione cromatica. E’ uno spettacolo atteso e da gustare anche questo: che i modenesi si attendono di poter recuperare nella sua completezza, cioé con l’eliminazione dei fili elettrici sospesi e del traffico nella via antistante. Per consentire la miglior fruizione dello spettacolo incomparabile, peraltro proposto come Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco, della recuperata facciata del Duomo, della svettante cuspide della Ghirlandina  – anch’essa liberata dalle sovrastrutture che ne nascondono le vere sembianze – e della Piazza Grande.

Gli aderenti al Club Amici dell’Unesco, per la passione che li accomuna per la tutela e la valorizzazione dei beni monumentali e della cultura locale, propongono questo traguardo per il monumento più significativo della città, ritenendo non si tratti di meta utopica per le possibilità offerte della tecnica moderna e dalle potenzialità di una comunità capace di esprimere livelli di eccellenza nei settori qualificati dell’imprenditoria ed a livello internazionale.

Osserviamo, dunque, le stelle, promuovendo quest’anno dedicato all’astronomia, ma nel contempo portiamo al massimo splendore le stelle di casa nostra.

 

Club UNESCO di Modena

Aderente alla Federazione Italiana dei Centri e Club UNESCO

Affiliato alla Federazione Mondiale dei Club UNESCO

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...