LUNEDÌ, 4 MAGGIO, A MODENA, PRESSO IL TEATRO DELLE PASSIONI Dialogo sul recupero delle aree urbane e sull’ex-AMCM

Condividi su i tuoi canali:

None

 

LUNEDÌ, 4 MAGGIO, A MODENA, PRESSO IL TEATRO DELLE PASSIONI

Dialogo sul recupero delle aree urbane e sull’ex-AMCM

Iniziativa dell’Ordine degli Architetti di Modena per avviare un confronto costruttivo sul futuro di una di un’area strategica situata a ridosso del centro storico

 

“”Una conversazione costruttiva e propositiva sulla città e sul suo futuro urbanistico, anche attraverso l’analisi di interventi di riuso realizzati in Italia e in Europa, durante la quale focalizzeremo l’attenzione sull’aera della ex-AMCM. Punto di partenza della riflessione saranno le osservazioni allo stesso Piano di Recupero redatte da un gruppo di lavoro interno all’Ordine degli Architetti e inviate al Comune di Modena, con l’intento di fornire un contributo al processo di avviata collaborazione e dialogo con l’Amministrazione pubblica. Vorremmo così anche valorizzare la figura dell’architetto, capace di portare un punto di vista esterno, informato e competente, sui temi della progettazione urbana.”” Sono le parole del presidente dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori,  Paesaggisti e Conservatori della provincia di Modena, Anna Allesina, che, spiegandone lo spirito, presenta l’incontro “”Dialogo sul recupero delle aree urbane e sull’ex-AMCM”” in programma lunedì prossimo, 4 maggio, a partire dalle ore 17.30, presso il Teatro delle Passioni, in Via Carlo Sigonio.

Due in particolare i momenti che caratterizzeranno l’iniziativa che sarà coordinata da Matteo Sintini del Dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna. Il primo avrà come protagonisti Laura Montedoro, urbanista e storica dell’arte, ricercatrice al Politecnico di Milano e curatrice, con Andrea Costa, della mostra e del volume “”Modena razionalista (2004) e Federico Zanfi, urbanista, ricercatore al Politecnico. I loro interventi offriranno lo spunto per allargare l’orizzonte ad un panorama più vasto e confrontabile con quello modenese proponendo, alla luce della situazione contemporanea, casi di studio ed inquadrando approcci e processi progettuali.

Il secondo  momento sarà dedicato ad una riflessione sul Piano di Recupero per l’area ex-Amcm, partendo appunto dalle osservazioni redatte da un gruppo di lavoro interno all’Ordine degli Architetti e sottoposte all’attenzione del Comune di Modena.

“”L’incontro, aperto al pubblico, si rivolge non solo agli addetti ai lavori. Sono convinta, vista anche la qualità dei relatori e l’attualità dei temi trattati, che offrirà l’occasione per proporre una riflessione di ampio respiro su uno spazio il cui futuro riutilizzo non appare ancora pienamente definito, ma il cui valore strategico, per collocazione e dimensioni, è evidente”” ha aggiunto Anna Allesina.

Da ricordare infine che, a dieci anni dalla sua pubblicazione, a margine dell’incontro sarà anche riproposta la mostra “Modena razionalista”, fornendo l’occasione, in presenza dell’autrice Laura Montedoro, di riflettere sui temi da essa sollevati e in gran parte ancora oggi in attesa di risoluzione.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Il ragazzo del treno

I fatti, abbondantemente diffusi da ogni  notiziario, sono  assai  scarni nel loro  orrore. Nella stazione di Seregno, mercoledì 25 gennaio, scoppia  un diverbio, pare per