LO “STOP” ALLA CANDIDATA A SINDACO MALETTI

Condividi su i tuoi canali:

None

 

LO “STOP” DI SIROTTI AND COMPANY…ALLA CANDIDATA A SINDACO MALETTI.

DEMOCRAZIA STALINISTA PER….UNA SFUMATURA DI COLORE

 

 

 

 Sono  assolutamente basita dal violento “STOP” dei giorni scorsi del segretario cittadino Pd SIROTTI per la candidatura dell’Ass. Maletti a Sindaco.

“Chi ha responsabilità di governo pensi a finire la legislatura…..si impegni a dare risposte concrete per portare a termine gli obiettivi….il Pd sta avviando un percorso di confronto,una costruzione di programma per la città…ogni forzatura dei tempi provoca solo tifoserie….”

Inaccettabile tale tipico stile stalinista della Sinistra progressista….come il gambero! Stop a te,vado avanti io! Sono mesi,infatti, che le tifoserie di altri candidati del Pd “tengono” le pagine e gli schermi dei mass-media locali. L’alibi di Sirotti di “attendere un fantomatico programma per la città è risibile:da 20 anni e passa,la città lo attende con ansia. Non vedo programmi,tantomeno generali,ma solo progetti e delibere virtuali o fallimentari. Il percorso di confronto e di ascolto promesso da Sirotti lo conosciamo.Non è certo a “double face”…- La Sinistra ascolta e poi fa ciò che le pare.

Notoriamente il mio ideale politico non è né Renzi,né Bersani. Né voglio entrare a giudicare la politica dell’ex Partitone fintantoché i suoi errori non danneggiano la città. Inaccettabile aalochè nel 2013 si speravano lontani i “niet” epocali della Sinistra stalinista, Sirotti “stoppi” così violentemente un candidato “free”,uno dei pochi,peraltro,che i succitati progetti per la città li ha già varie volte,non solo presentati,ma anche realizzati con coerenza e trasparenza. Incentivando spesso progetti ed associazioni umanitarie e socio sanitarie.

Non difendo la Maletti,non ha bisogno di avvocati……di opposizione!  Ma semplicemente constato!  La mia è una battaglia civile di libertà e di democrazia…..possibilmente “rinnovata”

Difendo anche la donna che,avendone anche le qualità,ha il diritto della propria autonomia e della propria scelta.

E’ detestabile che ancora oggi ci si permetta di mortificare il giusto “protagonismo della persona

per gelosie e dittature di partito o,come in questo caso,per sfumature….di colore,all’interno del partito stesso,se,di contro,non si vede la serietà,la concretezza ed i valori della persona stessa.Se la Sinistra non ha chiarezza del suo partito non deve rimetterci la città”! Le donne della Sinistra non parlano: due pesi e due misure? La democrazia a fasi alterne? La Sinistra locale,quella di Sirotti,è lontana anni luce da quel percorso di miglioramento della qualità della democrazia di cui oggi il Premier Letta (….e non ho detto Berlusconi) ha detto: “….non ci sono alternative,oggi dobbiamo essere capaci di decidere più velocemete ,ma anche più democraticamente per rafforzare la qualità della nostra Democrazia!”-

Modena 29 maggio 2013

                                                                         Cons. Com.le PdL

                                                                           Vecchi Olga

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Leva obbligatoria

La politica italiana gioca ai soldatini senza nemmeno sapere le regole del gioco. La politica italiana conferma la sua impreparazione sui temi militari e questa