Lì c’è un’altra legge di gravità

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp

Dopo Silvio Berlusconi, poi defilatosi, dal  centrodestra è arrivata la proposta a votare la seconda carica dello Stato come prossimo Presidente della Repubblica. Una candidatura controversa che non ha mancato di  suscitare perplessità.

 


C’è un’altra legge di gravità lassù, nell’Olimpo della politica romana, rispetto alla nostra, per cui è stata ritenuta normale una pratica in uso dove il voto è sorvegliato dalla criminalità e dai capobastone, cioè scrivere le preferenze in modo differenziato per fare capire chi ne è l’autore o a quale famiglia appartenga, potendo così asserire che a impallinare la Serbelloni Mazzanti Vien dai Casellati siano stati proprio quelli di Forza Italia. Voto segreto? Ma dai!

Se queste sono le premesse, non oso pensare a come questa vicenda si concluderà.

Del resto il centrodestra è riuscito a prima a chiedere il voto per il pluricondannato e pluriinquisito, poi a indicare una che torna nella casa veneziana o in quella sarda con l’aereo di stato perché, povera stella, non può girare in macchina (vada a fare la calza allora, non il Presidente del Senato), la stessa che come sottosegretario al Ministero della Salute aveva nominato la figlia a capo della sua segreteria (Non si fidava di nessuno, ha detto, povera stella!).

Il centrosinistra, per non sbagliarsi, ha lasciato trapelare tante candidature senza metterne in campo una e siamo già alla sesta votazione conclusa. Letta sarà convinto che la tartaruga di Zenone batta davvero Achille; bisogna spiegargli che la realtà non è una speculazione filosofica e la troppa prudenza, come diceva Oscar Wilde, “è lo spreco della vita che ci ha impedito di rischiare e che, evitandoci un dispiacere, ci ha fatto mancare la felicità”.

E così forse oggi voteranno la capa dei servizi segreti, quella che potrebbe avere in mano dossier scottanti (Non una gran mossa e Renzi, per una volta, non ha torto)

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ius Scholae

Fratelli d’Italia: “Bonaccini invece di offendere pensi a risolvere i problemi dei cittadini”Mentre imprese e cittadini sono in ginocchio davanti una grave crisi economica, caratterizzata

“PREMIO EMAS 2022”

L’ Ente Parchi Emilia Centrale vince il “Premio Emas 2022” per la dichiarazione ambientale piú efficace a livello nazionale L’Ente Parchi Emilia Centrale ha vinto