Le spie si rivelano eterne

Condividi su i tuoi canali:

Nell'evoluzione dei tempi questo ruolo, di pari passo al progredire delle condizioni di vita dell'uomo, è divenuto sempre più sofisticato e pericoloso, per i singoli e per le istituzioni.

 


 Sin dai tempi di civiltà strutturate il ruolo dell’azione di  spiare il prossimo è sempre stato un fattore preminente  per conto di chi esercitava l’autorità, sia che fosse  individuale, privata e sia da parte di chi deteneva il  potere.

Un compito clandestino, mai arbitrario, ma al soldo e quindi remunerato a vantaggio di potere ricevere l’informazione per fini legali ed illegali. Nell’evoluzione dei tempi questo ruolo, di pari passo al progredire delle condizioni di vita dell’uomo, ha avuto un suo sviluppo, contestualizzato in organizzazioni istituzionali che sono state anche criminali, come avvenuto durante la seconda guerra mondiale, per conto di alcune Nazioni.

Sconcerta in questa realtà che se l’interesse nazionale é minato da infiltrati che hanno l’unico scopo di destabilizzare e demolire per mezzo di attentati una società che odiano, come è il caso che sta avvenendo di continuo da appartenenti all’Isis, paradossale lo diventa se si aggiungono pure elementi connazionali, che individuati pure in una collocazione economica benestante, utilizzano gli strumenti tecnologici che il progresso pone a disposizione: il computer.

Non basta, quindi, essere controllati dalle stesse istituzioni, ma se le stesse sono oggetto di controllo per divulgare dati ed informazioni sensibili, che sono d’interesse di uno Stato, la società diventa ancor più fragile di quanto già lo sia.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

SASSUOLO ANTIQUARIATO VINTAGE

Un weekend in cui il “tradizionale” mercato dell’antiquariato del primo sabato del mese in piazza Garibaldi raddoppia. Si svolgerà, infatti, sabato 3 e domenica 4