Le primarie del centro sinistra

Condividi su i tuoi canali:

102.329 elettori in provincia di Modena. A tal proposito abbiamo chiesto un’opinione ad alcuni esponenti politici.

1° domanda
Quale giudizio politico riserva alla scelta delle primarie da parte dell’Unione?

Ministro Carlo Giovanardi
Uno strumento utilizzabile più come momento propagandistico esterno che come scelta effettiva del candidato . Non a caso non si trattava di scegliere ma solo di confermare la scelta  già effettuata dal gruppo dirigente. E’ stata una scelta propagandistica per far parlare giornali e televisioni e soprattutto per creare uno smalto al candidato

On. Isabella Bertolini
Credo un giudizio di inutilità, ma necessario per avere una convergenza maggiore sul nome di Prodi

 Ivano Miglioli  segretario provinciale DS
Queste elezioni i sono state una grande mobilitazione nazionale, una protesta democratica, silenziosa e composta, ma efficacissima contro il malgoverno del centrodestra e le sue leggi beffa, come l’ultima scandalosa modifica della legge elettorale.

Matteo Ricchetti coordinatore provinciale Margherita
Si è tratta di una grande sfida che ha segnato una vittoria di Prodi e dell’Unione. Questo costituisce un grande punto di partenza. Il risultato può essere letto a due livelli: il numero di elettori, del centro sinistra, e l’alto gradimento a Prodi (75% a livello nazionale, 88% in provincia), che conferma la leadership  e la legittima azione della coalizione

Walter Telleri capogruppo Verdi Provincia
Positivo. Per la prima volta in Italia milioni di persone sono state chiamate  ad esprimersi su  candidati e linee programmatiche. Esce un’indicazione inequivocabile a favore di Romano Prodi che chiarisce eventuali dubbi e riserve ancora presenti

Mauro Manfredini consigliere regionale Lega Nord
Il mio personale giudizio puo’ essere positivo se fossero fatte in modo serio a mio parere questa e’ una farsa per far legittimare agli elettori la loro scelta.

Luciano Guerzoni dell’esecutivo nazionale cristino sociali
La conferma che a Modena ci sono le condizioni per cambiare i modi e le forme della partecipazione politica dei cittadini per una grande mobilitazione popolare per la vittoria dell’Unione nelle prossime elezioni politiche

		

Emilio Salemme radicali modenesi
Una pratica innovativa per il sistema politico italiano,sicuramente da affinare,avrei escluso i senza volto,chi non ha volto non si vede Matteo Richetti

–         2°  domanda

Come commenta il risultato ottenuto ?

Bertolini
Risultato scontato, abbastanza annunciato. Prodi la fa da padrone perché ha dalla sua parte i ds. Con le primarie spariscono i partiti dell’estrema sinistra e i movimenti. Spariscono i verdi Pecoraro Scanio ha ottenuto scarsissimi consensi  e Bertinotti non supera il 15%. I ds sono egemoni nella coalizione
Giovanardi Dal ’94 solo i ds si sono dimostrati i professionisti della politica (soprattutto nelle regioni rosse), un apparato capace di creare una grande mobilitazione dal punto di vista organizzativo, mi riferisco ad esempio al referendum.  Ma nelle elezioni politiche con delle vere urne saranno sicuramente ancora in minoranza
 
Miglioli
Oltre al dato della partecipazione, è anche il risultato ottenuto a Modena da Romano Prodi, profondo motivo di orgoglio e di soddisfazione. Un dato eccezionale, una grandissimi prova di democrazia, per la quale ci saremmo aspettati rispetto anche da parte della deputata modenese di Forza Italia On.Isabella Bertolini, che ha invece asserito che si è trattato di una consultazione “taroccata”. Un’affermazione incauta ed offensiva che tra l’altro si scontra con la realtà dei fatti: un boomerang per la Bertolini stessa, che sconta l’evidente limite di militare in uno schieramento politico che è sempre più simile ad una monarchia.

Richetti
Questa consultazione non deve essere considerata circoscritta. Anzi. E ritengo che la banalizzazione che ne è stata fatta dall’opposizione non abbia tenuto conto della rabbia dei cittadini che mi hanno più volte chiesto di tener duro. Sono proprio i cittadini, più dei partiti, ad aver dato una lezione di civiltà ed autorevolezza

Telleri
Il risultato è stato superiore ad ogni aspettativa per quanto attiene alla partecipazione : Ciò testimonia l’insoddisfazione, dalla stragrande maggioranza degli italiani che del resto è palpabile ogni giorno fra gli abitanti di questo Paese per la politica attuata dal governo di centrodestra. Debbo, con franchezza, dire che il risultato ottenuto dal Presidente dei Verdi, Alfonso Pecoraro Scanio, non rappresenta, a mio avviso, l’insieme delle sensibilità ecopacifiste presenti in Italia. Credo che come Verdi dovremo riflettere su questo aspetto ed agire coerentemente per tradurre maggiormente  in ‘scelta politica’ il sempre più crescente e diffuso impegno a favore delle politiche ambientali di pace e di giustizia sociale.

Manfredini 
Pensavo più partecipazione

Luciano Guerzoni
Lo straordinario ed inatteso successo di partecipazione popolare a Modena e dell’intero paese e il plebiscito per Prodi dimostrano quanto sia radicata ed estesa nel centro sinistra la voglia di partecipazione politica, nonostante la controriforma elettorale del centro destra

		

Salemme  
Prevedibile,il candidato “unico”era ed è Prodi


3°  domanda

Secondo lei Prodi si ritiene soddisfatto o in difficoltà?

Giovanardi
Prodi sicuramente si ritiene soddisfatto, ma è un candidato debole, il concorrente sarà sicuramente Berlusconi, ma non è ancora deciso, quindi almeno siamo avvantaggiati dal sapere in anticipo quale sarà il candidato della sinistra
 
Bertolini
Prodi è sicuramente soddisfatto ma lo sarà molto poco. Infatti  è adesso che si troverà ad affrontare lo scoglio più duro: un programma condiviso con forze condannate ma impossibilitate a condividerlo. Difficilmente riusciranno a impostare un programma condividendo gli stessi temi, mi riferisco a politica estera,  famiglia, economia.
 
Miglioli
Romano Prodi, leader di tutta la coalizione di centrosinistra, è dunque da oggi più forte e credo ora sia fondamentale cogliere quest’occasione per riflettere e per valutare, anche alla luce della nuova legge e elettorale, il rilancio dell’Ulivo.Forte di questo risultato è il momento, per l’Unione, di mettere in campo di problemi del Paese e le proposte programmatiche per sconfiggere definitivamente il centrodestra.
 



Richetti
Non solo è molto contento per il risultato, ma soprattutto per l’ apporto offerto dai volontari. E questo ci impegnerà maggiormente per la prossima campagna elletorale.uesta consultazione non deve essere considerata circoscritta. Anzi. E ritengo che la banalizzazione che ne è stata fatta dall’opposizione non abbia tenuto conto della rabbia dei cittadini che mi hanno più volte chiesto di tener duro. Sono proprio i cittadini, più dei partiti, ad aver dato una lezione di civiltà ed autorevolezza.

Telleri
Bisognerebbe chiederlo a Prodi; ritengo, ovviamente, soddisfatto


Manfredini
Ritengo si a soddisfatto in quanto per quello che ha combinato fino ad ora  e’ stato confermato proprio perchè il risultato ottenuto va oltre le più rosee previsioni

Luciano Guerzoni 
Il consenso per Prodi che nel
la nostra provincia rasenta il 90% dei voti conferma che il “progetto dell’Ulivo” è ancora vitale e condiviso dalla stragrande maggioranza dell’elettorato di centro sinistra
 
Salemme
Prodi è in difficoltà considerando la nuova legge elettorale,se non verrà considerata incostituzionale dovrà riesumare l’Ulivo
 
PRIMARIE DEL CENTRO SINISTRA
Ai  lettori di Bice, invece, chiediamo il parere sulla seguente incognita: adesso come andrà a finire nel centro sinistra? Cosa succederà nel centro destra?
 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Libri di Storia fatti di pietra

Servizio fotografico di Corrado Corradi ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^Nella giornata di sabato 1° ottobre 2022, in strada Canaletto Sud, angolo via Finzi, c’è stata la cerimonia di inaugurazione