Le Isole ecologiche dell’Unione Terre dei Castelli…diventano intercomunali.

Condividi su i tuoi canali:

None

                      Leggo l’interessante annuncio (vedi titolo) che dice che dal primo gennaio
un cittadino dell’ Unione puo’ usufruire con la propria tessera di una qualunque isola ecologica
con il beneplacito di HERA e del comune titolare dell’isola.
                      Non riesco a trovare le motivazioni che hanno portato a una decisione del genere.
O meglio, ne trovo una, ma cosi’ brutta che non credo possibile sia stata quella la causa.
                      Si e’ sempre detto fino ad ora che il costo della raccolta dei rifiuti e’ a capo del
comune di residenza ed era proibito conferire in un altra struttura.
                      Non credo che il turismo per rifiuti si venda bene come fanno le agenzie di viaggio
con il turismo sessuale. Per capire quanto idiota possa essere la cosa si puo’ pensare che i cittadini  presi da demenza decidano di conferire tutti nello stesso posto…un comune solo (non Zocca…) paga
lo smaltimento per tutti. Se invece dite che l’idea e’ furba perche’ dalla tessera magnetica di caio
residente a Marano verranno stornati i chili conferiti a Castelnuovo e  a Spilamberto posso rispondervi
che non vale la pena pagare un contabile…perche’ solo un matto porta la sua lavatrice da Marano a
Castelnuovo anche se e’ una bella giornata di sole…
                      Ecco che sono convinto che la motivazione di quest’idea creativa debba essere quella che
ho pensato. E ve la dico…
                       I comuni normali (quelli che sono dotati di isola ecologica) dell’Unione con il beneplacito
di HERA e molto probabilmente sollecitati sempre da HERA e dal comune “”anormale”” non dotato
di isola (Zocca) hanno assentito a quest’idea anche se inutile e non conveniente per loro.
                       Idea che conviene invece a HERA e al comune di Zocca che hanno il famoso affare-problema dell’isola mancante o di quella esistente e chiusa da dieci anni da risolvere. Ai grossi guadagni sia per la costruzione che per la gestione della nuova isola HERA non vuole rinunciare e ha
la capacita’ di tirarsi dietro l’amministrazione comunale. Pero’ ci vogliono ancora anni dato che
devono ripartire dall’inizio…non sanno neanche dove farla.
                        Ecco quindi a cosa serve quest’idea: ai cittadini di Zocca che nei prossimi tre quattro
anni lamentino la mancanza dell’isola ecologica amministrazione ed HERA potranno rispondere
“”Va bene, pero’ potete andare a Guiglia””
 
                        Sig. sindaco di Zocca con delega per l’ambiente, in relazione a quanto sopra
le chiedo di incaricare chi di dovere per il rilascio della mia tessera magnetica con la quale
possa praticare la vostra idea. Pero’, siccome non ho scritto in fronte “”giocondo””, mentre
preparate la tessera magnetica riunite (sarebbe meglio il consiglio) la giunta per decidere
il rimborso benzina per un cittadino di Zocca che deve andare a Guiglia con un rifiuto.
Visto che siamo gli unici a dover girare…almeno che non ci girino anche i coglioni…
                         E il bello arrivera’ fra qualche mese, quando dovrete convincere la gente
che cambiando nome da TARSU a TARES dovranno pagare il 30% in piu’ per lo stesso
servizio mancante…
                       


[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.