LE INIZIATIVE DELLA SETTIMANA DELLA SALUTE MENTALE

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Da domenica 21 ottobre spettacoli teatrali, incontri, mostre e cucina per combattere i pregiudizi sul disagio psichico

 

In occasione della Settimana della Salute Mentale – Màt 2018, anche Castelfranco Emilia si anima di iniziative culturali, artistiche ed enogastronomiche per celebrare il quarantennale della Legge Basaglia, la riforma che ha restituito diritti a persone che li avevano perduti solo perché sofferenti di disagio psichico. “Màt conferma quei principi ed è anche occasione di prevenzione; mette assieme persone delle più diverse estrazioni, utenti e familiari perché è proprio il contatto diretto con chi ha sofferto il più potente mezzo per destrutturare lo stigma” ha affermato il Direttore del Dipartimento di Salute Mentale-DP Fabrizio Starace, in occasione della conferenza stampa di presentazione.

Il primo appuntamento sarà domenica prossima 21 ottobre, dalle ore 17 al Teatro Dadà. L’Associazione Culturale Psicantria e la Fondazione Giorgio Gaber portano in scena “Far finta di essere sani: ricordando Giorgio Gaber a 40 anni dalla Legge Basaglia” con interventi musicali e commenti del gruppo Psicantria Gaspare Palmieri, Cristian Grassilli, Lorenzo Mantovani. L’evento riprende una delle opere più ispirate di Giorgio Gaber il disco “Far finta di essere sani”, uscito nel 1973, nel quale, l’artista, ha affrontato il tema della salute mentale. Paolo Dal Bon, presidente della Fondazione Giorgio Gaber, presenterà spezzoni del documentario “Far finta di essere sani” (trasmesso da Sky Arte l’anno passato) e altri filmati originali commentati dello psichiatra Paolo Vistoli.

A partire da lunedì 22 ottobre sarà visitabile la mostra d’arte “Artisticamente” presso la Casa Della Salute, frutto del laboratorio di arte–terapia tenuto dall’insegnante d’arte Raffaella Zuntini presso la Comunità Terapeutica Casa San Matteo con sede a Ronchi di Crevalcore. Mentre lunedì sera alle ore 21 al Teatro Dadà si svolgerà lo spettacolo teatrale interpretato dagli utenti del Centro di Salute Mentale di Castelfranco Emilia, esito di un percorso di laboratorio teatrale iniziato nel mese di febbraio: “Ambiente Lento… un albero cresce sull’acqua”.

Giovedì 25 ottobre dalle 9 alle 13 la Biblioteca Comunale Lea Garofalo ospita un confronto sulla domiciliarità con interventi di operatori della salute mentale e dei servizi sociali, utenti e familiari: “Le attività domiciliari del CSM tra prossimità e controllo” a cura del CSM di Castelfranco Emilia.

Giovedì alle 20:30 allo Spallanzani Food Lab “La Cena” è l’evento di chiusura della Settimana della Salute Mentale a Castelfranco Emilia,  a cura dell’Istituto di Istruzione Superiore per le Tecnologie Agrarie e Servizi “Lazzaro Spallanzani”, di Social Point Modena e del CSM di Castelfranco Emilia. Si tratta di un progetto nato dalla collaborazione dell’istituto Lazzaro Spallanzani di Castelfranco con Social Point, all’interno del quale i corsisti, oltre a potersi sperimentare nella preparazione di antipasti, primi, secondi e dolci e nel lavoro di brigata, hanno acquisito nozioni inerenti alla gestione della sala, alla mise en place, conseguendo competenze trasversali nell’ambito dell’organizzazione di eventi. Prenotazioni obbligatorie a: socialpointmo@gmail.com

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.