Lavoro. Tagliaferri (Fdi): Programma occupazione giovani in crisi, la giunta intervenga

Condividi su i tuoi canali:

“Le parti sociali denunciano che, sugli emiliano romagnoli che hanno formalizzato la propria adesione al “Programma GOL”, allo Stato non risulta attivato alcun rapporto lavorativo e le misure di inserimento lavorativo e di formazione stentano del tutto ad avviarsi”

Fare chiarezza sulle difficoltà al “Programma GOL”.

A chiederlo, in un’interrogazione, è Giancarlo Tagliaferri (Fdi) che ricorda come “parrebbe che l’annunciato programma di sostegno all’occupazione si sia completamente arenato: tale circostanza è stata formalmente denunciata, in occasione di iniziative pubbliche, persino dalle rappresentanze categoriali interessate, fra i quali anche l’Associazione Nazionale della APL (Assolavoro), certamente la più importante rappresentanza nazionale del settore”.

Tagliaferri sottolinea che “è stato denunciato dalle parti sociali che, sugli emiliano romagnoli che hanno formalizzato la propria adesione al “Programma GOL”, allo Stato non risulta attivato alcun rapporto lavorativo e le misure di inserimento lavorativo e di formazione stentano del tutto ad avviarsi”.

Da qui l’atto ispettivo “per conoscere se risponde al vero l’allarme lanciato dalle Associazioni di categoria in ordine al fallimento, almeno allo Stato, del “Programma GOL” in Emilia-Romagna e,  comunque, di conoscere l’entità delle risorse effettivamente impegnate sinora e il numero degli aderenti al “Programma GOL” che hanno sinora trovato occupazione attraverso gli strumenti previsti dallo stesso”.

Ufficio stampa Fdi Regione Emilia-Roma

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo