Lavoro. Gibertoni (Misto): “”Creare marchio ‘made in Emilia-Romagna’””. L’assessore Mammi: “”Parliamone in commissione””

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

L’idea non dispiace alla Giunta, anche se il percorso potrà essere lungo. La consigliera: “”Importante puntare sull’orgoglio territoriale e sulla qualità dei nostri prodotti””
 

L’idea di creare il marchio ‘made in Emilia-Romagna’ per garantire l’origine, la natura e la qualità dei prodotti agricoli e agroalimentari della regione, proposto dalla consigliera del gruppo Misto Giulia Gibertoni, non dispiace alla Giunta. Tanto che l’assessore all’Agricoltura Alessio Mammi ha proposto “”un passaggio in commissione per articolare meglio i passaggi normativi e per immaginare i nuovi scenari. Ho già chiesto agli uffici indagini di mercato per avere un riscontro da consumatori e produttori””. Certo, la strada non è semplice, perché “”bisogna predisporre un regolamento, depositare il marchio, comunicarlo, poi serve l’approvazione della Commissione europea, infine l’approvazione definitiva del marchio. Nulla comunque impedisce ai produttori emiliano-romagnoli di inserire nelle etichette l’origine e le informazioni dei prodotti””.

Una proposta che ha soddisfatto Gibertoni: “”Ho ripresentato questa idea, proposta già nella scorsa legislatura, anche per dare sostegno alle aziende in questa particolare congiuntura economica dovuta al Covid, perché possano puntare sull’orgoglio territoriale e sulla qualità dei nostri prodotti. Concordo nel portare l’argomento in commissione, l’attenzione da parte delle istituzioni credo sia necessaria””.

(Margherita Giacchi)

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...