Laura Agnusdei live: Night/Lights a Casa Corsini

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Mercoledì 28 febbraio la sassofonista e musicista elettronica bolognese a    Casa Corsini

 

Alla fonoteca Soneek Room di Casa Corsini, il centro polifunzionale del Comune di Fiorano Modenese, in Via Statale a Spezzano, mercoledì 28 febbraio 2018 è di scena Laura Agnusdei, sassofonista e musicista elettronica bolognese, ora di stanza a Den Haag (Olanda) dove studia all’Institute of Sonology, Royal Conservatoire.

Nel suo primo lavoro solista “”Night/Lights””, uscito per la tape label inglese The Tapeworm, Laura Agnusdei esplora le possibilità della composizione elettroacustica, creando paesaggi sonori all’interno dei quali il sax rimane la principale voce narrante.

Sospesa tra l’uso della melodia e la ricerca timbrica, residui di forma canzone e squarci improvvisativi, la sua musica amalgama diverse fonti sonore (acustiche, digitali e analogiche) alla ricerca di un’emotività che assume toni differenti da una traccia all’altra. Già componente del quintetto new psych Sex with Giallone, Agnusdei è attualmente in tour con i Julie’s Haircut, in supporto al loro ultimo album “Invocation and Ritual Dance of my Demon Twin” (Rocket Recordings).

Un’altra serata da non perdere in fonoteca, in collaborazione con Casa Corsini e Radio Antenna 1.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati