L’acqua del Comune.

Condividi su i tuoi canali:

None

In questi giorni i nostri amministratori finalmente parlano di riduzione degli imballaggi. Sottolineo, riduzione (le bottiglie plastiche di acqua minerale), con una iniziativa  nei luoghi pubblici comunali,  un erogatore collegato al nostro acquedotto che rilascia acqua sia liscia che gassata.

Una iniziativa che il Comitato Modena Salute Ambiente apprezza e sollecita questa amministrazione a esagerare in tali iniziative.

Vorremmo essere partecipi e suggerire qualche idea:

1)         Eliminare tutte le plastiche nelle mense comunali (utilizzando le stoviglie tradizionali o di plastica rigida lavabili in lavastoviglie), nelle scuole del Comune di Maranello già viene utilizzato questo metodo, con risparmi economici non indifferenti. Inoltre il metodo è già sperimentato anche a Modena in due scuole materne.

2)         Chiediamo al Sindaco Pighi un impegno ecologico forte, che a Modena si commercializzi solo detersivo concentrato o alla spina, la plastica verrebbe ridotta  del 50% senza creare disagi ai cittadini.

3)         Chiediamo, che nelle feste popolari con stand gastronomici, venga distribuita anche l’acqua in caraffa e sollecitiamo gli organizzatori a dotarsi di apparecchiature per l’utilizzo dell’acqua del nostro acquedotto sia liscia che gassata.

4)         Chiediamo inoltre che, come in altre città come Reggio Emilia e Fidenza, vengano predisposti punti di distribuzione di acqua con poco calcare sia  liscia che gassata dove  i cittadini possano riempire i propri contenitori riducendo notevolmente la plastica da smaltire.

 

Comitato Modena Salute e Ambiente

Il Presidente

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ad onta dell’art. 21

“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.”  Diciamo quasi  tutti…dato che  una

La corona di Maria Beatrice d’Este

Nel corso di una solenne cerimonia, la presentazione all’all’ambasciatore di Polonia della corona di Mary of Modena, moglie di re Giacomo II, ultima regina cattolica