“La vita nascosta delle cose” Laboratorio online per ragazzi con l’illustratrice Marianna Balducci

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Lunedì 22 marzo è in programma alle ore 17 il laboratorio gratuito online “La vita nascosta delle cose” per ragazzi dagli 8 agli 11 anni. L’incontro è tenuto dall’illustratrice riminese Marianna Balducci ed è sostenuto da Fondazione di Modena e Comune di Fiorano Modenese. L’iscrizione è obbligatoria, ed è già possibile tramite la mail: info@casacorsini.mo.it

Il laboratorio si ispira alle “Macchine inutili” di Bruno Munari e viene proposto attraverso una splendida immagine in cui si combinano fotografia e disegno: il cavatappi diventa così un aereo su cui sale un bambino, pronto a iniziare il suo viaggio. Il disegno si trasforma in una sorta di nuova grammatica attraverso la quale rivelare un modo insolito di interpretare il quotidiano. Questo sguardo inedito e questo stupore saranno al centro del laboratorio d’illustrazione organizzato dal FabLab Junior di Fiorano Modenese.

Marianna Balducci lavora a progetti pubblicitari e per l’editoria per bambini e ragazzi. Nel 2018 il suo primo libro foto-illustrato “Il viaggio di Piedino” (scritto da Elisa Mazzoli, edizioni Bacchilega Junior) si è aggiudicato il premio nazionale “Nati per leggere”. Al disegno affianca l’attività di docente in un seminario di comunicazione visuale per la facoltà di moda di Rimini (Università di Bologna). Tiene workshop sulla foto-illustrazione e la scrittura creativa, scrive di libri e propone attività educative legate al disegno per i magazine online “Ad Un Tratto” e “Occhiovolante”.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.