La strana Italia che ci aspetta in un futuro non troppo lontano

Condividi su i tuoi canali:

Dodici nazioni in Europa vogliono costruire dei muri per impedire gli ingressi nelle loro nazioni di ospiti non propri ben accetti. Qualcuno si è persino spinto a dire che quest’operazione danneggia noi italiani, e in parte è vero. Sì, perché chi vuole una nuova vita, cambierà strada e cercherà di entrare dalla parte del “ventre molle dell’Europa” e cioè dall’Italia.

 


Capire lo scarso interesse per la politica dimostrato dagli italiani in questa tornata elettorale, non è poi tanto difficile se ci si guarda un po’ intorno e si cerca d’interpretare certe dichiarazioni fatte dalle persone, fra cui grandi imprenditori (ma anche artigiani) che esportano i nostri prodotti nel mondo. Un piccolo esempio. Nei giorni scorsi ha tenuto banco un dibattito riguardante i tamponi da fare ai lavoratori contrari alla vaccinazione. Ci si domandava se questi ultimi dovessero avere un prezzo calmierato o addirittura gratuito e in alcuni casi pagato dai datori di lavoro. Non vi pare sia strana questa improvvisa generosità imprenditoriale? Siccome a pensare male si fa peccato ma qualche volta ci si azzecca, mi sovviene il pensiero che non si tratti solo di una mera questione economica. Ora, visto che in Europa, l’Italia è all’avanguardia nelle vaccinazioni e di conseguenza nel Green Pass, e vorremmo tutti vaccinati, dall’ultimo fattorino al super tecnico specializzato, ci sarà un motivo. Sì, quello di non interromper la produzione. Infatti, se un’industria europea non riesce a soddisfare la richiesta di un cliente, in quanto la catena di lavorazione si è interrotta causa il Covid contratto da due operai, il cliente va a cercare il prodotto mancante da qualcun altro, e se questo qualcun altro è un’azienda italiana, io ne sono felice. Quindi, guardiamo oltre e per una volta facciamo i nostri interessi. A proposito dei nostri interessi, ora spieghiamo il titolo di questo redazionale. Dodici nazioni in Europa vogliono costruire dei muri per impedire gli ingressi nelle loro nazioni di ospiti non propri ben accetti. Apriti cielo! Qualcuno si è persino spinto a dire che quest’operazione danneggia noi italiani, e in parte è vero. Sì, perché chi vuole una nuova vita, cambierà strada e cercherà di entrare dalla parte del “ventre molle dell’Europa” e cioè dall’Italia che, per chiare questioni geografiche l’unico muro che potrebbe costruire sarebbe solo quello sul confine dell’est. Per il resto, sola acqua. Come fa acqua qualsiasi tentativo di coinvolgere l’UE sulla ripartizione di quelli che sbarcano nel Bel Paese. E che sono tanti.  Come tanti, furono i bianchi che arrivarono nel nuovo mondo, che adesso si chiama USA, e che incontrando i precedenti abitanti, i pellirosse, li fecero quasi estinguere!

Ecco spiegato il titolo.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Il ragazzo del treno

I fatti, abbondantemente diffusi da ogni  notiziario, sono  assai  scarni nel loro  orrore. Nella stazione di Seregno, mercoledì 25 gennaio, scoppia  un diverbio, pare per