La storia si ripete

Condividi su i tuoi canali:

La Sinistra urla contro il Centro Destra. - Parlate alla pancia della gente! - Demagogia della destra per acchiappare dei voti o solo sano buon senso? 


La storia si ripete anche se i numeri e i modi sono diversi. La sfiducia al sindaco leghista di Padova Massimo Bitonci, oltre che dalla sinistra, è stata supportata da due carneadi di Forza Italia o, se preferite chiamarli “puttani”, come definì in un leggendario articolo il direttore del quotidiano Roma, Alberto Giovannini i sette consiglieri monarchici della Giunta Lauro che nel1961 passarono alla DC. La notizia non poteva arrivare nel momento più adatto per aggiungere polemica su chi deve avere la leadership nel centro destra. I numeri e le alleanze al momento danno ragione a Matteo Salvini come si è visto alla manifestazione per il No al referendum a Firenze. Con lui sul palco c’erano i forzisti Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria e la Daniela Santanchè a dimostrazione che nel partito FI non c’è coesione. A fare da stampella c’era anche Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, che dividendosi tra il consiglio comunale a Roma, il Palazzo e i pannolini della figlia, tenta di tenere FdI sopra il 4%. In contemporanea, a Padova durante un convegno di FI, Stefano Parisi (l’uomo, cui Silvio Berlusconi ha affidato l’incarico di ricostruire il partito e di rinnovare la leadership nel centro destra), se ne usciva con una frase non proprio gentile: – Noi, non siamo quella roba che è a Firenze oggi -. Pronta, e ancora più elegante, la risposta da Firenze – Sfigati! -.  Con questi presupposti la sinistra o il M5S possono governare nei secoli a venire, a meno che, quello che la sinistra chiama – parlare alla pancia della gente -, provochi delle fitte dolorosissime agli italiani che nel segreto dell’urna, daranno il voto all’armata Brancaleone sopra descritta, mandando anche qui in Italia i soloni dei sondaggi in tilt, com’è successo ultimamente nelle elezioni USA. A prescindere da quanto detto sopra, resta inalterato il fatto che non esiste in Italia, al momento, un partito che può definirsi di centro destra e che si ponga come scelta alla sinistra o al M5S, come già detto in tempi non sospetti.  Quindi, non resta che aspettare. Nel frattempo agli Italiani che non si riconoscono nella politica del lavoro, sulle pensioni, sull’accoglienza esasperata, sulle leggi salva banca (PD) e sul pressapochismo (M5S), non resta che rispolverare la frase di quel maestro di giornalismo che fu Indro Montanelli – Turatevi il naso ma votate DC -. Ora, la DC non c’è più. Però, c’è l’armata Brancaleone.

Mi ha colpito una frase di Vittorio Sgarbi che in un talk show, ha detto (vado a memoria) – Se in una nazione c’è povertà, è evidente che lo Stato ha fallito -. Io aggiungo, che questo stato ha rubato i sogni a tante persone. Un esempio: la pensione. Con la riforma Fornero si è trasformato un miraggio, il sogno di stare in riva al mare, o a un torrente, con la canna da pesca. Poco importa se non abbocca niente, però, ci si gode quel po’ di vita che rimane. Niente assillo della sveglia, niente angherie del padrone o del capo ufficio e non dovere sopportare l’ironia dei giovani colleghi che sanno tutto di come si usa un Iphone, ma non sanno l’educazione e il rispetto per una persona che ha già dato tanto. Credetemi, ne ho conosciuti alcuni che starebbero bene in un bidone della spazzatura. Altro esempio: la persona che con sudore, lacrime e privazioni ha comprato un appartamento e dal giorno alla notte vede il suo valore dimezzato. Motivo? Ci si mette sopra e sotto, negli appartamenti vuoti, i migranti, con la seguente motivazione – Solo provvisoriamente… -. Col cavolo, provvisoriamente! Urban legend? Non lo so! Però, mentre leggo il giornale al bar, sento spezzoni di discorsi molto arrabbiati sul tema. Certo, a chi può importare il dramma della signora anziana che contava su quel bene di rifugio per la sua vecchia e vede il suo valore dimezzato? Non certo alla sinistra che accoglie tutti! Ho, purtroppo,  ragione. Mi si dimostri il contrario! Anzi, mi rivolgo alla Presidente della Camera Laura Boldrini, talebana dell’accoglienza. Trovi uno stabile che abbia come coinquilini dei migranti e vediamo se il suo valore è raddoppiato! Io, la penso così.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Studi sul boro alle Salse di Nirano

Per valutare quanto l’elemento prodotto dai vulcani di fango incida sull’arricchimento delle falde acquifere del territorio. Il Comune di Fiorano Modenese ha stipulato un nuovo