La rosa bianca

Condividi su i tuoi canali:

Intervista a Savino Pezzotta: sindacalista segretario generale della Cisl dal 2000 al 2006: L'unico sindacalista che sia andato al funerale di Marco Biagi.E'stato eletto parlamentare nell’ultime elezioni politiche dopo essersi dimesso dalla Cisl.

Onorevole Pezzotta cosa pensa lei del“federalismo”? Come sostiene la Lega nord, ma anche il Pd oltre al Pdl, è la panacea contro tutti i mali del sistema politico ed amministrativo italiano?

 

Intanto io credo, e la storia lo dice, che il federalismo, in genere, deve essere fatto ed è sempre stato realizzato per unire realtà tra loro poco omogenee e differenti e non per dividerle o per fare distinzioni tra regioni ricche e regioni povere.

 

Questa è la prima volta che un politico mi dà una risposta concreta, pragmatica, originale su un “feticcio politologico” divenuto dogma nel limitato dizionario politico. Perché lei “non ha abboccato” alla fola del federalismo?

 

Perché prima mi devono dire quanto mi andrà realmente a costare in cifre reali il cosiddetto federalismo e poi devono anche venire a dirmi come intendono realizzarlo, secondo quali criteri ed in che misura è praticabile l’auto imposizione fiscale delle regioni e la loro effettiva futura autonomia legislativa sul piano della Pubblica Istruzione, del Welfare, dei trasporti e dell’assistenza sanitaria.

 

Dunque se lei dubita che le regioni possano un giorno subentrare allo stato nella legiferazione su istruzione, sanità, trasporti e Welfare cosa pensa personalmente del ruolo che dovrebbero svolgere le province?

 

Le province dovrebbero essere chiuse, questa è la mia risposta personale. Molti lo pensano, ma non lo dicono.

 

La Rosa Bianca per l’Italia di cui lei è leader e presidente nazionale oltre al patto elettorale con l’UDC quale ammino prevede?

 

Il nostro paese sottoposto oggi ad un tasso di conflittualità troppo alto tra i due contrapposti schieramenti,  ha bisogno di un centro politico, inteso non come luogo geometrico, ma come punto di convergenza politico  per far ripartire il dialogo

Non voglio parlare di alleanze! Non mi piace ma non è possibile costruire un progetto democratico appiattendosi nelle posizioni di una parte o dell’altra di questo duopolio che vorrebbero imporre all’Italia Berlusconi e Veltroni. Per ora preferisco far conoscere all’Italia le nostre proposte. Adesso è urgente l’inserimento immediato nella legge finanziaria di aiuti alle famiglie, sempre più destinate ad impoverirsi; ritengo giusto il sostegno finanziario alle banche ed alle aziende, ma anche le famiglie devono poter contrare su una serie di aiuti ed agevolazioni finanziarie improrogabili. 

 

Lei ha sempre pubblicamente elogiato Marco Biagi per  il suo coraggio e la grande coerenza con le proprie idee sulla necessità di riformare e modernizzare il mondo del lavoro in Italia. La tragedia della sua morte è un evento che l’ha colpita profondamente?

 

Sì, e io sono stato l’unico sindacalista che sia andato al suo funerale.

 

E’ una cicatrice che sanguina?

 

Sì, senza dubbio

 

Savino Pezzotta ha la stoffa del leader. Ai tempi di Fanfani, sarebbe stato definito “un cavallo di razza”. E’ pragmatico, ha una sua visione autonoma della realtà politica italiana. Non è si è ingabbiato nelle maglie populiste o ideologiche conformiste  dove ora annaspano Pdl e Pd. Non è un caso che al suo fianco ci sia un’altra brillante e inquieta testa pensante come Bruno Tabacci.

Entrambi non si rassegnano a seguire  uno schema che preveda e imponga  un confronto politico bipolare quando la società si esprime con voci più articolate su di  una piattaforma sociale pluralista e variamente  segmentata..Semplificare equivale a mortificareed emarginare le voci più deboli.

Con Casini c’è il progetto di intensificare  e rimarcare questa loro presenza politica di centralità  che per ora deve lottare anche per non farsi stritolare dall’attuale duopolio.

Di sicuro non si annoieranno per il compito troppo elementare da realizzare

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Amici della Musica di Modena

CONCERTI D’OGGI Domenica 11 dicembre – ore 17:00 Modena – Hangar Rosso Tiepido DUO PIANISTICO SCHIAVO-MARCHEGIANI Marco Schiavo – pianoforte Sergio Marchegiani – pianoforte Musiche