La pianificazione urbanistica di Modena.

Condividi su i tuoi canali:

Risentita replica di Emilio Salemme all’assessore Daniele Sitta protagonista di una intervista che ritiene di contenuto “volgare e di poco spessore”

L’ Assessore del Comune di Modena delegato alla Programmazione e Gestione del Territorio (PIP e PEEP), Politiche abitative e Infrastrutture e Mobilità, Geom. Sitta Daniele è intervenuto pochi giorni fa  sull’  Informazione a seguito di un mio intervento sul voto del Consiglio Comunale di Modena sulla delibera di Variante al POC.

L’ intervento dell’Assessore, poi ampliato con una intervista a tutta pagina il giorno dopo, è di poco spessore è volgare è uno sfogo che non rende esattamente il merito di quanto da me scritto.

Io ho riportato quanto è stato detto durante il dibattito dai Consiglieri e cioè che la Delibera ha avuto ben 15 osservazioni da parte della Provincia di Modena.

Le osservazioni sono riferite al rispetto della legge regionale e  di violazioni sostanziali la mancanza delle Valutazioni di impatto Ambientale.

Il nostro Consigliere De Vita è Fraulini il ruolo di Edoardo Nottola è ricoperto dal Sitta?

L’ assessore ha confuso  il film di Rosi, la camorra a quel tempo, il film è del 1963 non si occupava di infrastrutture e urbanistica, il Nottola era consigliere del partito di destra…………….De Vita di sinistra!!

Il merito è lo sviluppo urbanistico della città, una città Padana che ha un polo gravitazionale di 600.000 persone, che sarebbe la famosa AREA VASTA che il Comune di Modena vorrebbe intercettare è utile l’ intervista pubblicata su Quarry & Construction del settembre 2007. Dove si sostiene ancora la funzione importante della Metro tranvia di superficie che è stata solo progettata e mai sarà costruita!

A fine dello scorso anno fu presentato ancora il progetto Modena Felix; territorio-urbanistica-demografia e strutture industriali, l’ Assessore dichiarava che: “”…….rischiamo di essere posti di fronte a 47 piani regolatori tutti legittimi, ma assolutamente non in sintonia l’uno con l’ altro””. Questa è la frase che da sola identifica la strategia del POC e il mio intervento.

47 sono i Comuni della Provincia di Modena, l’ area vasta sono le 600.000  persone del polo gravitazionale e da questa idea nasce la proposta di “” allargare”” la città a 250’000 abitanti.

Dice ancora l’ Assessore che le risorse finanziare necessarie arriveranno con l’ aumento di residenti,la stessa cosa la dicono e la pensano gli altri 46 Sindaci della Provincia,io ho scritto che il “” confronto”” fra le città è  sull’aumento delle urbanizzazioni, ne consegue che Sitta e io abbiamo detto la stessa cosa. Io a differenza sua non voglio che il territorio, i fiumi, le aree protette  siano distrutte dalla cementificazione. E’ altresì evidente che la fretta di progettare e costruire non chiarisce quale é il piano urbanistico della città.

Stanno costruendo dappertutto,in campagna a ridosso delle strade, la città vasta è quella “” senza periferie”” , così l’ha definita il Sindaco nell’intervista del settembre 2007.

Sitta mi ha accusato pubblicamente di non avere argomenti e di essere di “” certi ambienti””. Riguardo agli ambienti tutti sanno di cosa mi occupo, sono Il Presidente della Consulta per la Tutela Ambientale e la Valorizzazione Storica e Artistica del Comune di Modena ( e l’ Assessore mai l’ abbiamo visto a presentare la Modena Felix in Consulta!).

Sugli argomenti sono disponibile a qualunque confronto.

 

Un’ anima bella                                         

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Libri di Storia fatti di pietra

Servizio fotografico di Corrado Corradi ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^Nella giornata di sabato 1° ottobre 2022, in strada Canaletto Sud, angolo via Finzi, c’è stata la cerimonia di inaugurazione