La notte di Halloween

Condividi su i tuoi canali:

Si avvicina l’appuntamento con l’horror giocoso nella notte,che il calendario celtico fissa tra il 31 ottobre ed il 1° novembre. Voi dove andate? Bice vi segnala le tante feste in salsa horror nelle location più suggestive dell’Emilia Romagna in Appennino.

“Tremate, tremate… le streghe sono tornate!”. E anche i vampiri, i lupi mannari, i morti viventi, i fantasmi e le zucche possedute. Insomma, tutto quanto la fantasia può suggerire in tema di personaggi e tradizione rigorosamente horror! Si avvicina, infatti, la spaventosa “Notte di Halloween” , che il calendario celtico vuole fissata tra il 31 ottobre ed il 1° novembre. 

L’Emilia Romagna, non poteva non cogliere l’occasione per rinnovare, anche per il 2007, l’appuntamento con la Notte di Halloween, sbizzarrendosi in creatività, grazie alle magnifiche location naturali ed ai suggestivi castelli sparsi nel territorio.

 

Per esempio, nel piacentino,  mercoledì 31 ottobre,  al Castello di Gropparello, le travi dei soffitti scricchiolano, le luci sono fievoli, il buio è profondo… La Regina delle Streghe invita streghe, streghette, maghi e maghetti al sontuoso banchetto. Gli invitati dovranno indossare il loro abito più bello e più magico. La notte più stregata dell’anno li premierà:  La Regina delle Streghe cederà, infatti, il suo Scrigno Magico al vincitore.

 

Nel parmense, è  la fortezza di Bardi, ad offrire un’occasione ghiotta per una notte di Halloween davvero fuori dal comune. Sabato 27 e mercoledì 31 ottobre, si potrà, infatti,  prendere parte ad una visita guidata davvero da brivido.

Vestiti nella maniera più raccapricciante possibile, ci si incamminerà nelle sale buie, attorniati dalle sinistre presenze che animano il castello. Ma con un pizzico di adrenalina in più. Sì, perché, oltre all’ambientazione suggestiva, fatta di camminamenti di ronda, pozzi, prigioni ed antiche sale di tortura, nelle sale del maniero aleggia un vero fantasma!  Si tratta dello spettro del capitano di ventura Moroello, morto suicida per amore della bella castellana Seleste!

 

Sempre in provincia di Parma, sacro e profano si mescolano sapientemente (e deliziosamente!) nell’appuntamento di mercoledì 31 ottobre della rassegna “Ricordanze di Sapori”, in programma nella suggestiva Abbazia di Fontevivo (Pr).

Tra “pallide vestigia di color che furono” e “beffarde zucche”, musica e danze, si potrà gustare un menù “ a tema” , con ingredienti che mescolano la miglior tradizione culinaria autunnale alla goliardia squisitamente horror, offerta dall’occasione.

 

Nel reggiano, domenica 28 ottobre, i più piccoli, insieme ai loro genitori,  potranno dare la “Caccia alle streghe di Halloween” nella Riserva delle Casse di Espansione del Secchia., dove, secondo la fantasia popolare, vi erano luoghi misteriosi in cui streghe e diavoli si davano appuntamento in occasione dei questa magica notte, mangiando e ballando fino all’alba.

La giornata ha inizio alle ore 14 presso il Centro Airone di Fontana di Rubiera e continua fino a tarda serata. Per andare a “caccia” delle streghe è necessaria una torcia.

 

Assai ricco il calendario del brivido sull’Appennino modenese.

Il 31 ottobre a Montefiorino, all’interno del programma della Sagra del Tartufo, si festeggia il Capodanno celtico con una simpatica rievocazione della antiche tradizioni dei druidi.

Sempre a Montefiorino, in località Farneta, presso l’Albergo Ristorante al Ciocco, la serata del 31 ottobre è dedicata ai più piccoli con una cena a tema ed animazione in costume.

Due giorni “da paura”, il 31 ottobre ed il 1° novembre, nel Parco Santa Giulia di Monchio di Palagano, dove va in scena “Sahmain, il tempo magico di passaggio”, per rivivere con danze, musica celtica ed accensione dei fuochi il momento in cui, secondo la tradizione, si aprono le porte magiche e si incontrano i misteriosi abitanti del Monte Sacro.

 

Nel ravennate, Riolo Terme, riprende la tradizione celtica più pura.

Si comincia sabato 21 ottobre, all’interno dell’ex chiesa di San Giovanni con la tradizionale “Cena celtica”, dove, dalle 20.30, sarà allestito anche un vero e proprio villaggio celtico. Si potranno gustare i piatti della tradizione antica, elaborati dagli chef  per renderli più adatti ai palati moderni.

La scenografia non sarà da meno. Infatti, l’atmosfe
ra di un antico bosco sarà ricreata grazie ad animali imbalsamati, fronde, druidi, guerrieri e musici, che allieteranno i commensali. E’ gradita la partecipazione in costume.

Il 31 ottobre, invece, va in scena la 13° edizione della “Notte di Halloween” o, meglio di Sahmain.  Le vie, i parchi e le piazze del paese si trasformano in una villaggio celtico di duemila anni fa. Si potrà, così, assistere ai riti propiziatori dell’accensione del fuoco ed all’eterna lotta tra il bene ed il male, officiata dai druidi.

E, per non dimenticare il clima di festa, saranno allestiti mercatini di oggettistica e stand gastronomici che proporranno interi vitelli cotti allo spiedo, piatti a base di carne di maiale e vino romagnolo in quantità.

Gran finale con sfilata alla luce delle torce e rogo dell’enorme demone nel fossato della rocca.

 

Sempre in provincia di Ravenna, Halloween si festeggia anche ad Alfonsine la sera del 31 ottobre, con spettacoli, gastronomia, attrazioni paurose ed un singolare concorso che vede in lizza le maschere più terrificanti. Per l’occasione, il centro storico della città sarà addobbato il stile rigorosamente horror.

 

La vigilia di Ognissanti si festeggia in chiave medievale alla Fortezza di Castrocaro, nella provincia di Forlì-Cesena, che, per l’occasione, si trasforma nel “Castello dei misteri”. Dalle 20 a notte fonda i visitatori saranno accompagnati nelle sale e nei meandri del maniero, alla ricerca di misteriose presenze e siederanno attorno al fuoco, in compagnie di fantasmi di armigeri, streghe e folletti. Per l’occasione, l’Enoteca del Castello offrirà incantesimi, sortilegi e….i piatti della migliore tradizione della Romagna toscana. Sempre nella provincia di Forlì-Cesena, il 31 ottobre, a Montiano Halloween si festeggia sotto alla rocca, tra streghe, fantasmi e spiriti inquieti. Fantasmi in festa anche a Roncofreddo, in località Monteleone, dove, dalle 21, è un programma una notte in maschera ed un simpatico concorso che premierà le zucche più belle e più grosse. Infine, a San Mauro Pascoli, sempre la notte del 31 ottobre, streghe, folletti ed altri spiritelli offriranno a tutti dolci e vin brulè. Non mancheranno spettacoli con cartomanti, giocolieri e macchine infernali.

 

Quattro giorni all’insegna del brivido, dal 27 al 31 ottobre, invece, a Comacchio (Ferrara), che propone una grande festa in maschera con animazione di strada, addobbi nel centro storico e vetrine allestite a tema, giochi e scherzetti per grandi e piccini. Inoltre, assaggi di castagne e vin brulè. Gran finale con la premiazione di Miss e Mister Halloween 2007.

 

 

Per scoprire altre feste dedicata al brivido si può consultare lo speciale sul sito

www.appenninoeverde.org

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.