La Lega: a Modena le fiaccole, a Roma i tagli alla sicurezza

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

 

Critico il segretario cittadino del Pd Giuseppe Boschini sulla manifestazione di domani

 

Il segretario cittadino del Pd Giuseppe Boschini interviene sulla fiaccolata che si terrà domani a Modena. Ecco il suo commento

 

«Domanda: la fiaccolata in programma domani è promossa da cittadini modenesi o dalla Lega? Le case della zona Tempio sono stata battute a tappeto con un volantino che invita alla partecipazione, senza nessuna firma. Lo stesso volantino è invece pubblicato sui giornali a firma del gruppo consiliare della Lega. Ma se c’é il timbro del Carroccio allora è evidente che si tratta di una manifestazione di avvio di campagna elettorale in cui la Lega strumentalizza la partecipazione popolare per i propri fini.

La Lega che domani chiama a raccolta i cittadini a Modena per la sicurezza e contro il degrado è la stessa che a Roma taglia i fondi per le forze dell’ordine, ovvero i soldi per gli straordinari degli agenti, per la benzina delle volanti, per gli strumenti e le tecnologie indispensabili a combattere il crimine; è la stessa che in Parlamento sta approvando per direttissima il processo breve che libererà 10mila imputati dai loro processi, e tutto questo per fare un piacere al solo Presidente del Consiglio; è la stessa che ha approvato la legge Bossi-Fini, in vigore dal 2002, che invece di contrastare l’immigrazione clandestina l’ha alimentata, generando le situazioni da guerriglia che abbiamo visto a Rosarno; è la stessa che ha approvato in 10 anni tre sanatorie sugli immigrati, proprio perché la Bossi-Fini ha generato, secondo la Caritas, non meno di 700mila clandestini nel nostro paese. E potremmo continuare.

Con un’incredibile faccia tosta la Lega e il Pdl si riempiono la bocca di sicurezza e intanto, con le loro leggi,  producono il contrario: più insicurezza, più impunità, più ingiustizia per tutti. La sicurezza è un problema serio e le risposte – per la zona Tempio-Stazione come per le aree critiche della città – possono venire solo da politiche integrate che l’Amministrazione ha già avviato: controllo, repressione, illuminazione, arredo urbano, animazione degli spazi. Nessuna risposta può venire da una manifestazione costruita con voluta ambiguità. La Lega non sta cercando la sicurezza, come dimostrano le sua politiche nazionali, ma i voti dei cittadini. C’é molta differenza. Ecco perché in modo opportuno quasi tutti i comitati della città hanno preso le distanze da un’operazione strumentale che non aiuta la città».

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...