La giornata mondiale dell’alimentazione

Condividi su i tuoi canali:

None

Domenica 14 ottobre 10 fattorie aperte in provincia

 

Sono dieci le aziende agricole modenesi che domenica 14 ottobre apriranno al pubblico per visite guidate, laboratori didattici e degustazioni. L’iniziativa è promossa dalla Regione Emilia Romagna in collaborazione con la Provincia di Modena e le altre Province della regione, in occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione dedicata quest’anno al tema “Le cooperative agricole nutrono il mondo”.

«Trascorrere una giornata in fattoria – commenta Gian Domenico Tomei, assessore provinciale all’Agricoltura – è, soprattutto per i bambini ma anche per gli adulti, l’occasione per comprendere il percorso che il cibo compie per arrivare alle nostre tavole e osservare il lavoro degli agricoltori, attori fondamentali nella tutela del territorio».

Nella giornata di domenica 14 ottobre le aziende agricole aperte, dalle 10 alle 18, saranno la fattoria Il Motto di Massa Finalese, l’azienda agricola Casumaro Maurizio a Solara di Bomporto, l’agriturismo La Falda di Campogalliano, Fattorie VII dicembre 1796 di Modena, la bio-fattoria Centofiori a Marzaglia, agriturismo La Fattoria del parco a Gorzano di Maranello, l’azienda agricola Volpari Marisa-Asineria di Gombola a Polinago, il caseificio sociale Santa Rita di Serramazzoni, gli agriturismi Il Cotto di Montese e Fattoria Le caselline a Pavullo.

In ciascuna azienda il programma permette di vivere un’esperienza originale a contatto con la natura. Le visite sono gratuite ma è consigliabile prenotare. Tutte le informazioni e i recapiti delle aziende agricole sono disponibili sul sito www.agrimodena.it. Nelle fattorie è anche possibile acquistare i prodotti a filiera corta.

 

 CS

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Leva obbligatoria

La politica italiana gioca ai soldatini senza nemmeno sapere le regole del gioco. La politica italiana conferma la sua impreparazione sui temi militari e questa