La fine dell’Italia ?

Condividi su i tuoi canali:

I partiti di Governo rifiutano la collaborazione offerta dalle opposizioni, rigettando tutte le loro proposte. Il PD, mostra indifferenza e recita i ben collaudati mantra, per deflettere le insipide critiche dell’opposizione. I 5 Stelle, che dovevano aprire il Parlamento come una scatola di sardine, non mostrano mai arroganza ma solo fastidio verso chi li critica. 


Ammiro i 5stelle e il PD, che governano l’Italia. Li ammiro soprattutto per il loro coraggio. Stanno cavalcando una tigre, eppure i loro volti sono distesi e sereni. Si muovono a passi felpati nei palazzi romani e poi, di sera, si ritrovano nei ristoranti attorno a Montecitorio e a Palazzo Madama. Mangiano, bevono e discutono di congiure e di manovre, come è sempre accaduto a partire dal 1947. Con indomito coraggio rifiutano la collaborazione offerta dalle opposizioni, rigettando tutte le loro proposte. Tirano avanti con sprezzo del pericolo e quando appaiono in televisione, se sono del PD, mostrano indifferenza e recitano i loro ben collaudati mantra, per deflettere le insipide critiche che gli rivolge l’opposizione. I 5 Stelle, che dovevano aprire il Parlamento come una scatola di sardine, non mostrano mai arroganza ma solo fastidio verso chi li critica. Per loro tutte le critiche sono incomprensibili. Assumono un’aria da: “Evvia, lasciateci campare. Saremo incompetenti, ma impareremo”. Sono impavidi e il coraggio è ciò che ci avvicina a Dio, come sosteneva Ernst Jünger. Lo sprezzo davanti al fuoco nemico, l’indifferenza, il saltare fuori dalla trincea e correre incontro al nemico, sono sempre ammirevoli, quando si conosce il nemico e si è consci che non ci si trova in una esercitazione ma in una guerra.

Ma loro ne sono consci che siamo in guerra e che il nemico ci sta venendo incontro? Il capo dello Stato, come un papa assiso sul trono del Pescatore, non vede più lontano? No, non credo, dunque la mia ammirazione è mal riposta. Se davvero vedessero il nemico avanzare, chiederebbero all’opposizione di formare un governo di unità nazionale, con un nuovo Primo Ministro, al di sopra delle parti, per portare l’Italia alle elezioni il più presto possibile. I miliardi di Bruxelles, quasi fossero le colonne d’un esercito nostro alleato, non arriveranno a salvarci prima del 2021.

Se non prenderanno coscienza di questo, in autunno ci troveremo nel bel mezzo d’una guerra civile. A questo punto contiamo sul corpo dei carabinieri (non possedendo più un vero esercito) che dovrà intervenire militarmente, per difendere i più deboli e fermare le stragi.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Viva Natale, tra sogni, botteghe e castelli

Il nostro territorio, la vostra scoperta! Viva Natale, tra sogni, botteghe e castelli Giovedì 8 DicembreCastelvetro di Modena Con il Mercatino Natalizio dell’enogastronomia e dell’artigianato si apre la

DA DOMANI SASSUOLO ACCENDE IL NATALE

Come da tradizione domani, 8 Dicembre Festa dell’Immacolata Concezione, a Sassuolo inizia ufficialmente il periodo di avvicinamento al Natale con l’accensione delle luminarie in tutto

“Misteri e Magie in galleria”

Domenica 11 dicembre ultimo appuntamento con la rassegna di animazioni per bambini Nuova tappa della rassegna dedicata ai bambini che si svolge al Castello di