La crisi economica colpisce pesantemente le piccole e medie aziende del commercio e del turismo

Condividi su i tuoi canali:

None

Modena la provincia che registra la flessione più rilevante del numero delle imprese iscritte alla Camera di Commercio. Il saldo è -995

I contraccolpi della crisi economica e finanziaria globale colpiscono pesantemente anche le imprese commerciali e turistiche dell’Emilia-Romagna alle prese con il calo dei consumi, l’aumento dei costi aziendali e una maggiore difficoltà di accesso al credito, unitamente al generale clima di incertezza delle imprese e dei consumatori nei confronti del futuro. Ciò si ripercuote sulla sopravvivenza stessa delle aziende, infatti da un’analisi effettuata dall’Ufficio Economico di Confesercenti Emilia-Romagna, su dati Infocamere, nei primi 9 mesi del 2008 si registra un preoccupante saldo negativo tra imprese iscritte e cessate, di -2.502 imprese di cui –2.038 nel settore del commercio e –464 tra ristoranti e alberghi. A soffrire di più e la provincia di Modena dove il dato negativo sfiora il migliaio.

Rispetto al totale del commercio, a livello regionale, si evidenzia particolarmente una performance negativa nel commercio al dettaglio con –1160 imprese e –718 nel commercio all’ingrosso e intermediari. Disaggregando i dati a livello provinciale si evidenzia per il commercio un saldo negativo in tutte le province che oscilla da –442 imprese a Modena a –94 di Parma e per quanto riguarda ristoranti e hotel, il dato va da –114 di Modena ai –9 di Ravenna.

 

Anche il saldo che riguarda le imprese di tutti i settori produttivi della Regione da gennaio a settembre 2008 è negativo, pari a 1.197 aziende. «Il nostro sistema imprenditoriale – afferma Sergio Ferrari, Presidente Regionale Confesercenti- farà tutto il possibile per superare la difficile congiuntura economica, però ha bisogno di una fattiva collaborazione da parte delle amministrazioni pubbliche, sia sul fronte degli investimenti per la competitività del territorio che del contenimento di tasse e tariffe, e da parte del sistema bancario per la tenuta economica delle imprese.»

 

«È necessario adottare misure efficaci per contrastare questa crisi che appare sempre più pericolosa –afferma Stefano Bollettinari, Segretario Regionale di Confesercenti Emilia-Romagna – e che, come evidenziano i dati della nostra rilevazione, sta colpendo in maniera significativa anche le piccole e medie imprese del commercio e del turismo; occorrono, innanzitutto, misure di livello nazionale per ridare respiro ai consumi, capacità di spesa e fiducia alle famiglie, unitamente a interventi di sostegno alle p.m.i. per l’accesso al credito e riduzione della pressione fiscale, anche riparametrando gli studi di settore che sono basati su un andamento dell’economia ben lontano dalla situazione attuale.»

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Fndazione Modena Arti Visive

TUTTI GLI APPUNTAMENTI DI OTTOBREMostre, eventi, visite guidate e laboratori.Ecco quali sono e come per partecipare. Sabato 8 e domenica 9 ottobre ingresso libero a tutte le mostrein

Appuntamenti del mese di Ottobre  Appuntamenti del weekendDiamoci una mossa: sosteniamo l’allattamento – sede di FormigineSabato 1 Ottobre dalle ore 9.45 – In occasione della settimana mondiale dell’allattamento verrà