La ballata degli appestati

Condividi su i tuoi canali:

Un piccolo campionario di ingiustizie, parzialità, inesattezze, notizie distorte, diritti negati, cui quotidianamente assistiamo o che subiamo...
art. di A.D.Z.

 

 

Equitalia  viene descritto come  una specie di Moloch che divora i disgraziatissimi cittadini i quali, comunque, nessuno si azzarda a  dire,  sono dei debitori.

Cortina d’Ampezzo, per voce del suo sindaco, Andrea Franceschi, fa sapere che  adirà  a vie legali per danno di immagine, dopo il blitz dell’Agenzia delle entrate contro gli evasori fiscali nel centro ampezzano, blitz che ha consentito di “beccare” un gran numero di furboni.

Gli stessi organi d’informazione che sbandierano lo spiegamento di uomini e mezzi, chessò, in occasione dell’esodo ferragostano, o per “i pattuglioni” della Polizia Stradale che proteggono i teneri virgulti che si danno alla droga e all’alcol per festeggiare degnamente il sabato sera, trovano che, invece, la Guardia di Finanza faccia solo “uno spot promozionale”” quando stana gli evasori!

Titolari di pensioni stratosferiche impongono ai pensionati terra-terra sacrifici tali da muovere non solo i malcapitati al pianto, ma addirittura l’algida professoressa Fornero che ha spremuto una lacrimuccia in diretta televisiva.

Chi deve al fisco cifre a nove zeri, gode di un trattamento di favore, fino al 50% di sconto… purchè si degni, graziosamente, di pagare, mentre il contribuente qualsiasi non avrà, né mai chiederà, che gli venga scontato neppure un centesimo.

Domenica 8 gennaio, un giornalista, (peccato davvero che non sia comparso il suo nome, lo scriverei tanto volentieri) pubblicizzando un servizio di Rai 3  sulla rivolta in Tunisia, si chiedeva, polemicamente, “che contributo abbiamo dato noi italiani, alla rivoluzione,  a parte le botte  ai tunisini che sbarcavano a Lampedusa.”

Inspiegabilmente non faceva cenno alle botte che questi gentiluomini dispensano alle forze dell’ordine, nè menzionava danneggiamenti e incendi nel  CIE, meno ancora parlava di furti, violenze, scippi  e altre simili cose…Non si sognava nemmeno, infine, di parlare di un’isola, Lampedusa, nella quale i cittadini sono esasperati, i turisti non mettono più piede, l’economia è crollata.

Attori e attrici, ottusi scialacquatori e cicale canterine, pretendono una pensione dallo Stato, la stessa pensione che la “legge Bacchelli” elargì a personaggi che dettero lustro alla Patria… come lo scrittore da cui prende il nome,  o un attore come Salvo Randone,realmente in difficoltà,  nonostante la loro grandezza e il loro talento, che li hanno resi immortali, ma non non ricchi.

Nessuna meraviglia.

Si può essere indignati e disorientati, da simili incomprensibili  contrasti…ma non certo meravigliati. In un mondo simile, non ci si  deve meravigliare se, molto spesso, chi ha inferto vili sgarbi e vigliacche umiliazioni pensa bene di tenere lontani, come appestati, i malcapitati che ne sono stati oggetto; non devono sorprendere le visite in carcere a delinquenti, stupratori, assassini… e nessuna parola per le loro povere vittime e nemmeno ci si deve sorprendere che Alemanno riceva una delegazione di rappresentanti della comunità cinese romana, ambasciatore compreso…e non riceva, ad esempio, una dlegazione di parenti delle vittime (italiane) investite sulle strisce, o rapinate, o vessate da delinquenti e “”balordi”” vari.

Un piccolo campionario di ingiustizie, parzialità, inesattezze, notizie distorte, diritti negati, cui quotidianamente assistiamo o che subiamo, incomprensibili al punto da farci sentire dei marziani.

A chi,  ogni tanto viene  preso dalla voglia di tornare su Marte, consiglio comunque, prima,  di rileggere  un raccontino di  Achille Campanile, tratto da “Manuale di conversazione”.(1)

Quanto alle  ingiustizie, parzialità, inesattezze, notizie distorte, diritti negati…sarà un gran bel giorno quello in cui qualche giornalista dicesse che  è vergognoso avere una pensione da 1.470 euro (Amato, pare la percepisca al giorno) e pontificare sulla necessità di sacrificare l’adeguamento al costo della vita delle pensioni altrui…Lo stesso giornalista potrebbe dire che è assolutamente ingiusto dare la pensione  a chi, con le proprie grazie, ha tutt’al più lustrato gli occhi dei suoi ammiratori, non certo la Patria, e che, senza più alcuna traccia della bellezza, dominata da qualche costoso  vizio, piange miseria(Laura Antonelli);altresì, sarebbe interessante che chiedesse come è possibile vivere con ventimila euro all’anno e avere un’auto che ne costa il doppio…o svernare alle Maldive e sciare allegramente a Cortina, se si è nullatenenti.

 

Maria

© Riproduzione Riservata

 

 

 

 

[1] “Manuale di conversazione” è uno dei capolavori di Achille Campanile, un grande scrittore, un umorista, un genio. Mi permetto di consigliarlo, a chi non l’avesse letto.

 Nel  racconto “Solo per l’eternità. E bestia”, il protagonista, ingiusto, gretto,  insensibile, dalla personalità contorta e amara, una volta passato a “miglior vita”  viene giudicato  dalla sua coscienza, che ha le fattezze di lui ragazzo…Dopo il  giudizio viene, infine,condannato. Condannato a  rimanere solo, in una eternità nella quale riecheggiano solo i suoi passi nel vuoto, accompagnato unicamente dalla sua lunga ombra. 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

24 aprile Giornata Mondiale della Sicurezza

Ifoa accende il dibattito nazionale sulle “morti bianche” con Cesare Damiano e gli esperti del settore  Reggio Emilia, 22 aprile 2024 – In occasione della Giornata Mondiale

Convocazione Consiglio Comunale

Martedì 23 aprile, ore 19.00 Il presidente Alessandro Reginato ha convocato il prossimo Consiglio Comunale di Fiorano Modenese per martedì 23 aprile 2024, ore 19.00,