IoVaccino APS

Condividi su i tuoi canali:

None

 

 
COMUNICATO STAMPA

 

Sì ai vaccini obbligatori nelle scuole: la società civile si mobilita

 

Sette giorni fa, la community di IoVaccino ha lanciato la petizione online “Difendiamo tutti i bambini, sì ai vaccini per andare a scuola” per sostenere le ragioni e i diritti dei bambini sottoposti a terapie immunosoppressive. La petizione già ha raccolto più di 130.000 adesioni, segno che moltissime persone hanno a cuore il bene dei propri figli e il bene della società.

Non solo cittadini, ma anche società scientifiche italiane si sono esposte per sostenere la petizione: la SITOX (Società Italiana di Tossicologia), la SIF (Società Italiana di Farmacologia) e la SIBBM (Società Italiana di Biofisica e Biologia Molecolare) e varie Associazioni di persone immunodepresse. Diverse personalità di spicco hanno aderito alla nostra petizione come Roberto Burioni, Pier Luigi Lopalco, Walter Ricciardi (Presidente dell’ISS), Guido Silvestri.

 

Nell’ultima settimana, il dibattito si è acceso, dimostrando la fragilità delle proposte della maggioranza governativa: l’Associazione Nazionale dei Presidi delle scuole italiane ha fatto sapere che non saranno accettate le autocertificazioni a causa dell’elevato rischio di falsificazione; Il Collegio dei Professori Ordinari di Pediatria ha manifestato “profondo dissenso e preoccupazione per il depotenziamento dell’obbligo vaccinale”. Tutti gli operatori in gioco, quindi, sono fortemente preoccupati e contrariati dalle azioni della maggioranza governativa. E lo siamo anche noi, genitori e medici impegnati per la promozione sociale delle vaccinazioni.

A breve si terranno le audizioni alla Camera nell’ambito dell’esame del disegno di legge per la nuova regolamentazione delle vaccinazioni: la nostra preoccupazione, vedendo le persone convocate, è ulteriormente aumentata. Infatti, sarà presente un medico di una nota associazione fortemente “critica nei confronti delle vaccinazioni”, che sostiene la necessità di ridurre e posticipare i vaccini pediatrici contro qualsiasi evidenza scientifica e raccomandazione nazionale. Perché queste persone possono essere ascoltate, mentre la nostra community, che sta riunendo attorno a sé migliaia e migliaia di persone, non è minimamente presa in considerazione? Perché il governo è interessato a sentire la voce di una minoranza esigua e pericolosa della società, mentre chi si impegna per la promozione della salute di tutti non è rappresentato né ascoltato?

Pretendiamo chiarezza da parte del governo: non è accettabile che una così grande parte della società italiana sensibile al bene comune sia estromessa, mentre chi è parte del problema del calo delle coperture e della epidemia di morbillo possa trovare lo spazio per essere ascoltato dalle Istituzioni.

 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Libri di Storia fatti di pietra

Servizio fotografico di Corrado Corradi ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^Nella giornata di sabato 1° ottobre 2022, in strada Canaletto Sud, angolo via Finzi, c’è stata la cerimonia di inaugurazione