Invito conferenza stampa – Il sindaco di Modena inaugura la nuova sede di Bibendum Group

Condividi su i tuoi canali:

None
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un’azienda modenese d’eccellenza compie 20 anni e si regala una nuova sede con ampi spazi a disposizione della città. Bibendum Group da due decenni si occupa in maniera ricercata, artistica ed esclusiva di catering, ristorazione, e organizzazione di grandi eventi. Collabora con i più importanti brand internazionali dei settori moda, design, luxury, lifestyle, finance e automotive.
L’azienda non propone un semplice servizio di catering, ma realizza eventi unici e su misura, unendo il buono e il bello della cucina.

La nuova sede viene presentata agli organi di informazione nel corso di una 

CONFERENZA STAMPA
Lunedì 16 luglio ore 11.00
presso Bibendum Group
Modena, via Natalia Ginzburg 39 
Comparto Alfieri Maserati – Edificio 4B

Intervengono alla conferenza stampa:
Gian Carlo Muzzarelli, Sindaco di Modena
Marta Pulini, socia fondatrice ed Executive Chef Bibendum Group
Sabrina Lazzereschi, socia fondatrice e Art Director Bibendum Group
Gaia Lapini, socia e CEO Bibendum Group
Rodolfo Vignocchi, business angel (investitore)

La conferenza sarà itinerante, alla scoperta dei nuovi spazi dell’azienda e all’insegna di una vera e propria “”esperienza”” culinaria.

 
Ufficio stampa MediaMente
Tel. 339.8850143
stampa@mediamentecomunicazione.it

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria