INTITOLATE 4 NUOVE STRADE A FORMIGINE

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Nello stesso comparto “ex cantina”, un parco giochi per bambini e 300 posti auto

 

 

Si è svolta questa mattina (23 ottobre) a Formigine la cerimonia d’intitolazione di quattro strade di recente realizzazione nel nuovo comparto edilizio a sud dell’ex cantina sociale.

Le strade sono state intitolate a Giuseppe Bigliardi, Suor Anna Battistella, Odoardo Focherini e Rolando Rivi.

Ha detto il Sindaco Maria Costi: “Momenti come questo sono fatti per congiungere il progresso con la memoria, il futuro con il passato, i giovani con coloro che non ci sono più ma che hanno lasciato il segno. Per questo intitoliamo queste strade a persone che meritano di essere ricordate per quanto hanno fatto in vita. Una strada unisce due punti, magari anche molto distanti, ma permette l’incontro, il dialogo, la conoscenza”.

Lo storico Francesco Gherardi ha ricordato le figure dei Beati Odoardo Focherini e Rolando Rivi, entrambi Beati. Erano presenti i familiari. In seguito Germana Romani, dell’Associazione di Storia locale, ha parlato di suor Anna Battistella: personaggio ancora nei cuori di tanti formiginesi per la sua dedizione alle orfanelle del paese nel secondo dopoguerra. Presenti suor Piera e le altre suore del Conventino.

Un ricordo sentito di Giuseppe Bigliardi e del suo impegno per la politica, lo hanno trasmesso l’Assessore ai Lavori Pubblici Armando Pagliani e il fratello Paolo.

Le opere di urbanizzazione che sono state consegnate alla città comprendono un nuovo parco giochi inserito in un appezzamento verde di 5.456 mq, nonché circa 300 posti auto a favore della residenza e del centro storico. 

 

 

 

 

intitolazione.jpg (1573 Kb)
 

Download

 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria