Interrogazione su Bomba Ecologica dell’Emiliana Rottami di S.Cesario

Condividi su i tuoi canali:

None

Al presidente dell’Assemblea Legislativa    dell’Emilia Romagna

 

 

oggetto: interrogazione a risposta scritta sulla situazione, perdurante da tempo, da troppo tempo, della Bomba Ecologica dell’Emiliana Rottami di s.Cesario (Modena); perché ANCHE a Modena dobbiamo avere un Quartiere avvelenato come il Quartiere Tamburi a Taranto? A Taranto con l’ILVA sono in discussione migliaia di posti di lavoro ma a s.Cesario perché questo avvelenamento viene tollerato?

 

 

 

Il sottoscritto Andrea Galli, capogruppo di Forza Italia in Regione,

                                                                                  interroga

l’Amministrazione Regionale per sapere se è al corrente della grave situazione che da oltre 10 anni si trascina a s.Cesario (Modena) dove un Azienda privata, l’Emiliana Rottami,  continua a gestire cumuli rilevanti di rottami di vetro (si parla di migliaia di tonnellate) mantenendo tali cumuli all’aria aperta senza particolari protezioni malgrado il buon senso (il famoso “Principio precauzionale” che evidentemente vale ovunque tranne che a s.Cesario), la Legge e numerose disposizioni delle Autorità, USL in testa, abbiano prescritto misure di protezione tutt’ora inascoltate;

                                                                                  si precisa

che tale assurdo e pervicace comportamento di creare questi cumuli, palesemente pericolosi,  motivato da valutazioni di Mercato ( i rottami di vetro sono considerati Materia Prima, pertanto sottoposti ad oscillazioni di prezzo, anche notevoli) viene denunciato dai cittadini di s.Cesario da molti anni, ripreso dagli Organi di stampa innumerevoli volte, denunciato nei giorni scorsi con un esposto anche dalla lista “Rinascita Civica”, sanzionato con Ordinanze, su richiesta dell’USL, dall’Amministrazione comunale e, malgrado tutto questo, i cumuli continuano a far bella vista di sé da chiunque passi, ad esempio, dall’Autostrada A 14;

                                                                           esprime stupore

  • sull’indifferenza mostrata da Emiliana Rottami sull’osservanza delle disposizioni, sostanzialmente disattese, se non per coperture parziali e palliative e, a tutta evidenza, non riguardanti la totalità dei materiali vetrosi;
  • sull’inosservanza, vecchia ormai di oltre 10 anni, della diffida inviata da soc.Autostrade, su sollecitazione del WWF e di Comitati di cittadini, ad Emiliana Rottami per spostare, coprendoli, almeno di 25 metri all’interno i cumuli di rottami per evitare la dispersione in autostrada; non solo la diffida resto’ lettera morta ma recentemente ARPA ha trovato polvere di vetro non solo nelle vicinanze dei depositi di via Verdi ma anche dall’altra parte dell’autostrada, quindi, addirittura!, scavalcandola;
  • sulla non incisività dell’Amministrazione di s.Cesario davanti a quella che è, senza dubbio, una “bomba ecologica”; le polveri sottili di vetro che si depositano su balconi e terrazzi, su piantagioni o anche solo su biancherie distese sono molto più pericolose di “banali” PM 10 di polveri normali che, purtuttavia, giustificano allarme e limitazioni di traffico;
  • sulla mancata valutazione su cosa potrebbe succedere a questi cumuli di rottami di vetro se i depositi venissero colpiti direttamente da una delle trombe d’aria a cui il Territorio di Castelfranco Emilia-S. Cesario è soggetto con cadenza quasi annuale;
  • sulla possibilità, recentemente ventilata, di costruire nelle immediate vicinanze strutture sportive che non si possono non considerare che nocive per la Salute visto che, ad esempio,  la pratica sportiva dilata i pori della pelle risultando così di più facile penetrazione per le polveri sottili contenenti vetro;

 

 

                                                                 chiede pertanto

all’Amministrazione Regionale se non intenda intervenire con la massima solerzia possibile davanti a questa situazione e quali possano essere, qualora non  ritenesse opportuno un intervento, i motivi per cui viene tollerato tutto questo

 

 

 

 

                                                                                                             

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...