Interrogazione Gruppo Consigliare Forza Italia

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Interrogazione: Nomina del nuovo Presidente di SETA. Vanni Bulgarelli, neo eletto dichiara: “Non ho nessuna competenza”. E allora perché è stato nominato?

 

                                                                            Premesso

che SETA ( Società Emiliana Trasporti Autofiloviari) è la società mista, pubblico/privato, che gestisce il trasporto pubblico su gomma nelle Provincie di Modena, Reggio Emilia, Piacenza operativa dal 1 gennaio 2012 nata dall’aggregazione di quattro soggetti: Atcm di Modena; Tempi di Piacenza; AE-Autolinee dell’Emilia e il ramo gomma Act di Reggio Emilia;

                                                                            ricordato

  • che questa aggregazione è nata dalla fusione di soggetti “sani” come Modena, con bilanci in attivo e conti in ordine ( positività ottenute grazie a copiosi contributi pubblici e a una gestione “sanguinosa” delle linee modenesi) con soggetti meno virtuosi e che in virtù di queste differenze e di una maggiore quota azionaria ( i modenesi hanno il 23,9%) è stata mantenuta in capo a Modena la facoltà di nominare il Presidente del Consiglio d’Amministrazione, art.14 dello Statuto;
  • che SETA è una realtà industriale importante gestendo quasi 30 milioni di chilometri/anno di trasporto pubblico, oltre 100 milioni di valore della produzione gestendo oltre 1000 dipendenti distribuiti sulle tre Provincie;
  • che il rapporto tra soci “pubblici” con il 43,42% e soci privati con la parte restante, pur regolato da Patti parasociali ha dato/dà luogo a frizioni, come del resto con i “cugini” reggiani e che perciò richiede, nella gestione, una mano attenta ed esperta.

Pertanto, dopo aver sottolineata l’importanza di SETA per il Trasporto pubblico e la complessità della società come fatturato, numero di dipendenti, ruolo del trasporto pubblico, si dà (dava) per scontata la necessità di ricorrere a dirigenti particolarmente ferrati sul tema del trasporto pubblico; esperienza del resto dimostrabile con un curriculum adeguato come qualunque Azienda privata omologa richiederebbe.

                                                                       Dati questi fatti

abbiamo appreso con stupore della nomina nei giorni scorsi, prontamente riportata sul sito di SETA, di Vanni Bulgarelli come neo Presidente della stessa; in particolare lo stupore si è trasformato in incredulità quando lo stesso Bulgarelli ha riportato, candidamente,  in più interviste:

– di NON AVERE NESSUNA COMPETENZA in materia di Trasporti se non, forse, quello in bicicletta da casa sua ad un qualche ufficio pubblico in cui era stato nominato dirigente;

– di NON DOVERE DARE alcuna spiegazione a nessuno, forse perché non avrebbe saputo da dove cominciare;

– che della sua MANCANZA di esperienza non si preoccupava in quanto SETA dispone di personale tecnico/dirigenziale preparato e motivato;

                                                                il Gruppo Consigliare di F.I.

interroga l’Amministrazione per conoscere:

  1. in base a quali competenze è stato nominato il sig.Bulgarelli;
  2. se ritiene per tale nomina soddisfacente il curriculum presentato dove non v’è alcuna traccia di competenze specifiche precedentemente maturate;
  3. se ritiene corrette le dichiarazioni della segretaria provinciale del PD, dott. Lucia Bursi, quando afferma che il “nominato” è “persona di alto profilo e con un curriculum attinente alla carica” (ipse dixit) in evidente ed aperta contraddizione con le stesse competenze palesemente mancanti onestamente ammesse dal Bulgarelli, neoeletto Presidente

 

 

 Andrea Galli

  Adolfo Morandi

 Giuseppe Pellacani

                                                                                                      (Forza Italia)

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Car* amic*,

ogni anno a Natale il Presidio vi dà la possibilità di fare un regalo che contiene il frutto del riscatto e della speranza: le nostre