INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE GIULIA PIGONI AVENTE AD OGGETTO “ASSEGNAZIONE SALA TEMPLE”

Condividi su i tuoi canali:

None

 

 

 

 

Quarta e ultima interrogazione presentata nel corso del Consiglio Comunale di ieri sera era a firma di Giulia Pigoni, del Gruppo Misto, avente ad oggetto “Assegnazione Sala Temple”.

“Si interroga il Sindaco e la Giunta comunale – si legge nell’interrogazione – per sapere: se corrisponde al vero che attraverso il bando di gara è stata assegnata la Sala Temple all’unica associazione concorrente che non ha sede a Sassuolo, che non ha partecipato alle consulte dei giovani e della cultura e che non ha pregresse collaborazioni con associazioni della città; se in sede di redazione del bando di assegnazione della Sala Temple si è ritenuto di assegnare una premialità di punteggio alle associazioni che hanno radicamento a Sassuolo, ovvero la quantità e la qualità di attività svolte in città negli ultimi anni; se in sede di redazione del bando di assegnazione della Sala Temple si è ritenuto di assegnare una premialità di punteggio alle associazioni che fanno parte delle consulte dei giovani e della cultura; se in sede di redazione del bando di assegnazione della Sala Temple si è ritenuto di assegnare una premialità di punteggio alle associazioni che hanno pregresse collaborazioni con altre realtà associative della città; se alla luce dell’esclusione delle associazioni sassolesi dall’assegnazione della Sala Temple l’assessore ritenga di dover trovare una soluzione affinchè queste associazioni possano continuare ad operare in città, se sì quali”.

 

Ha risposto l’Assessore alla Cultura Angela Ruini.

 

“ •       Con determinazione n. 555 del 20/11/20 la Sala Tempie è stata assegnata all’Associazione Culturale Dilettantistica e Sportiva STED avente sede legale a Modena, che non ha partecipato alle Consulte giovani e cultura fino al dicembre 2020 e parteciperà alle stesse a partire dal 2021;

•         Criteri di selezione dell’assegnazione, approvati dall’avviso a prot. 31280 del 01/10/20, secondo gli indirizzi di cui alla delibera di giunta n 173/2020, erano i seguenti:

 

•         Non si fa menzione, tra i criteri di selezioni ad una premialità di punteggio alle associazioni con radicamento a Sassuolo o facenti parte delle consulte dei giovani e della cultura; considerando però, al criterio due, che le proposte vengano “”valutate con maggiore/minore efficacia rispetto alla coerenza con gli obiettivi dell’Amministrazione in relazione a/l’oggetto della convenzione e con particolare attenzione alla valorizzazione degli strumenti di relazione tra gruppi giovanili, istituzioni e soggetti del terzo settore già sviluppati nel territorio dagli attori istituzionali. Il criterio fa pertanto riferimento alla capacità del soggetto associativo di elaborare una programmazione innovativa e rivolta ai soggetti indicati quali prioritari attori di riferimento e in costante dialogo con l’amministrazione””.

•         Rispetto, nello specifico all’appartenenza alla Consulta, non si è ritenuto di assegnare una premialità di punteggio nel bando alle associazioni che fanno parte delle consulte giovani e cultura, considerando che l’entrata a far parte delle consulte stesse possa avvenire, come avvenuto sia con la presente assegnazione a “”Sted”” che con la precedente assegnazione della Sala Tempie all’Associazione “”Crea””, nel momento dell’assegnazione dello spazio (e, per analogia, con l’assegnazione del bar Tempie, avvenuta nel 2020, all’associazione “”Rock’s””, non facente parte della Consulta al momento dell’assegnazione ma entrata nella stessa dopo l’assegnazione, o all’affidamento passato della gestione dell’Auditorium per alcuni giorni alla settimana all’associazione “”Quinta Parete””, anch’essa entrata in Consulta dopo l’assegnazione);

•         Citando sempre il criterio 2 dei criteri di valutazione si può senz’altro evincere , tra i criteri, si è posta attenzione alla valorizzazione degli strumenti di relazione tra gruppi giovanili, istituzioni e soggetti del terzo settore già sviluppati nel territorio dagli attori istituzionali.

•         In merito all’ultimo punto in questione, ho personalmente incontrato le tre associazioni partecipanti al bando, prima dell’assegnazione della sala Tempie, per comunicare che l’amministrazione avrebbe provveduto ad individuare spazi per chi non si fosse aggiudicato il bando, proprio per permettere a tutte le realtà associative di proporre la propria attività alla comunità.

 

Per finire, si fa presente che i punteggi finali della commissione, nati dalla somma dei vari criteri, (come da verbale approvato con del 555/2020), hanno portato a privilegiare l’associazione aggiudicataria per altri aspetti, legati alla tipologia delle attività previste e alle proposte di realizzazione di progetti innovativi ( es. rievocazioni storiche e attività di promozione del Palazzo Ducale, perché l’obiettivo dell’attuale amministrazione è la valorizzazione del patrimonio culturale e storico anche attraverso attività ed eventi che possano incentivare il turismo e proporre iniziative che abbiano una risonanza non solo locale”.

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

INTERROGAZIONE

Oggetto: Controlli sulla residenzialità negli alloggi pubblici. Chiarezza sul caso del titolare di alloggio pubblico e privato che vive all’estero e subaffitta  Premesso che: –

LA FÉRA DAL BÈLI DANN

Con la “Féra dal Bèli Dann” proseguirà sabato 8 e domenica 9 ottobre, l’edizione 2022 delle Fiere d’Ottobre di Sassuolo con un ricco calendario di