Interrogazione all’assessore Daniele Sitta

Condividi su i tuoi canali:

None

Come risponderà il “Faraone”alle “10 domande”  formulate da Italia Nostra?

 

Premesso che  il sottoscritto non ritiene “Italia Nostra” come altre associazione parimenti benemerite un’associazione “passatista” tesa solo a mettere bastoni fra le ruote ai “padroni del vapore” ma ritiene che se associazioni del genere fossero state maggiormente operative già nei decenni scorsi si sarebbero evitate a Modena, come in tante altre realtà, penso al “Sacco di Palermo” degli anni ’60 e ’70 infinite brutture e deturpazioni;

considerato che ho letto con attenzione le “10 domande” poste da Italia Nostra all’assessore Sitta, ad alcune delle quali lo stesso ha già risposto in Consiglio Comunale, ma che, repetita juvant, non sarà male riascoltare mi permetto di presentarle ufficialmente in modo che, ufficialmente, l’Amministrazione risponda:

 

1) in alcune dichiarazioni ufficiali dell’ass.Sitta si prevede una possibile nuova espansione della città per un totale di 50.000 nuovi residenti: chi saranno e da dove proverranno?

2) dove andranno ad abitare?

3) che posti di lavoro troveranno? Specialmente con i chiari di luna in previsione?

4) quali implicazioni sociali comporterà un quinto della popolazione costituito da “residenti stranieri”?

5) con quali mezzi si pensa di far fronte al fabbisogno di strade, scuole e servizi urbani conseguente ad un tale aumento di popolazione?

6) quale impatto sull’ambiente avranno il traffico, il riscaldamento, gli scarichi, i rifiuti generati da 50.000 abitanti in più?

7) un Progetto di abnorme espansione a sud della città è stato presentato in diverse trasmissioni televisive come un fatto acquisito. Anche l’assessore Sitta ritiene che siamo in una “telecrazia” dove gli annunci televisivi siano sufficienti saltando tutti gli inutili ludi cartacei imposti dalla Democrazia?

8) risultano noti i motivi per cui, in prossimità di questi annunci, coincidenza fortuita per carità, immobiliaristi ed imprese di costruzioni abbiano comprato almeno 700mila metri quadrati di terreni pagandoli anche 10 o 20 volte di più dei correnti prezzi di mercato?

9) dati questi fatti non si deve temere la pressione degli interessi di chi, immobiliaristi in primis, ha investito oltre 33 milioni di euro nelle aspettative di enormi guadagni e che queste aspettative possano condizionare le libere scelte dell’Amministrazione?

10) a parere di chi iscrive il “Progetto Modena Futura”, strategico per gli sviluppi della nostra città nei prossimi decenni non è stato portato in dibattito in Consiglio Comunale? Non pensa l’Amministrazione che sarebbe stato opportuno? Anche per un riguardo nei confronti di quel 49,999% di cittadini modenesi che non hanno votato questa Amministrazione né i progetti del FaraoneSitta? 

 

Il consigliere comunale del Popolo della Libertà

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

La prudenza non è mai troppa

Ritenute espressioni della saggezza popolare, i proverbi contengono una lezioncina morale o danno  consigli e come tali si accettano ; certo a volte sono insopportabili

Accogliere e inserire si può

È arrivato alle cronache il caso di Dino Baraggioli, titolare dell’Artplast di Robbio, nel Pavese, con 90 dipendenti, che – come racconta l’Agi- aveva grosse

Biden o Trump? Le ricadute per l’Europa

Al di là dell’oceano, nella capitale dell’impero, con le elezioni di novembre,  l’inquilino della casa Bianca potrebbe cambiare, ossia il presidente. Quello che ha il potere