Interrog. CARPENTIERI – Viabilità su Strada Contrada

Condividi su i tuoi canali:

None

Modena, 28  febbraio 2019

Alla Presidenza del Consiglio Comunale

Al Sindaco

 

INTERROGAZIONE

 

Oggetto: Viabilità su Strada Contrada: situazione ed interventi per migliorare la sicurezza stradale

 

Premesso che:

  • la Strada Contrada è un importante asse di collegamento est – ovest che collega la Strada Statale 12 – Strada Bellaria  con la Via Giardini;
  • la Strada Contrada, pur essendo nata come arteria secondaria di campagna, di fatto è molto utilizzata non solo dai residenti ma soprattutto come by-pass alternativo ad altre strade, con la conseguenza che detta strada sopporta un traffico notevole, non solo di automobili;
  • in particolare per le sue caratteristiche, pur essendo nel contesto urbano, con limiti di 50 Km/h, la velocità con la quale viene percorsa è assai elevata ed è divenuta un serio problema per la sicurezza;
  • infatti, sulla Strada Contrada la velocità media è di 70 Km/h orari con punte di oltre 100 Km/h;
  • come desumibile dal codice della strada e dai decreti attuativi, in generale i limiti di velocità devono essere legati alla velocità di progetto, in caso contrario avviene che il limite di velocità è assolutamente slegato dalla velocità percepita;
  • peraltro, con il limite dei 50 Km/h, si viene a generare una forte disomogeneità di velocità che produce un aumento del numero di sorpassi che, di fatto, vengono effettuati anche in corrispondenza delle intersezioni;
  • pur essendo una strada di “”campagna”” serve e lambisce zone residenziali ove abitano molti cittadini che sono quelli che più soffrono questa situazione di “”pericolosità”” ed alta velocità di percorrenza;
  • inoltre, i residenti della zona, oggi per recarsi in centro in bicicletta o a piedi utilizzano, di fatto, la sede dell’argine del Cavo Archirola, costituita da un sentiero sterrato che si raggiunge attraversando la Strada Contrada all’altezza di Via Ragazzi del ’99, senza alcuna segnaletica o protezione che ne favoriscano la manovra;
  • però, in caso di pioggia lo stesso diventa un vero e proprio pantano in quanto il fondo è in terra battuta non drenata;

 

Considerato che:

  • il problema della sicurezza stradale era stato affrontato con alcune azioni concrete quali l’installazione di un auto velox fisso che, però, è stato ben presto “”spento””, in quanto non pienamente conforme a tutta la normativa in materia;
  • però, il problema della velocità con cui si percorre la strada Contrada è ancora attuale ed irrisolto;

 

Ritenuto che:

  • la situazione in cui versa questa arteria non può essere sottovalutata e devono mettersi in campo azioni concrete per controllare e limitare la velocità meda di percorrenza;

 

Si chiede al Sindaco e/o all’Assessore competente:

  •  se ritiene che l’attuale velocità di percorrenza di Strada Contrada sia adeguata e rispettosa dei limiti fissati;
  • se sono effettuati periodici controlli della velocità, da parte della Polizia Municipale e se si intende implementarne la frequenza in futuro;
  • se è possibile intervenire con specifiche opere pubbliche che possano mitigare la velocità e rendere sicuro l’attraversamento della Strada Contrada all’altezza del Cavo Archirola;
  • se è previsto rendere ufficiale, attraverso specifici interventi, il collegamento ciclo/pedonale che utilizza l’argine del Cavo Archirola, per raggiungere il centro della città.

 

Antonio Carpentieri

Consigliere Comunale Partito Democratico Modena

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Alla zappa! Tutti, senza distinzioni.

Nel recente passato e tutt’ora, anche se in misura minore, c’era l’abitudine di invitare alla zappa le persone negligenti, gli scansafatiche, gli incapaci … chi

Terzo mandato

La possibilità di un terzo mandato per i presidenti di regione è stato respinto in Commissione affari costituzionali del Senato; tutti contrari, maggioranza e minoranze

Mostra su Toulouse-Lautrec

Giovedì 22 febbraio 2024 inaugurata a Palazzo Roverella di Rovigo la grande Mostra su Toulouse-Lautrec (1864-1901) più di 200 opere per raccontare il sublime artista