Inaugurazione nuova ambulanza pediatrica – Campagna Raccolta Fondi 2015/2016 “La migliore amica dell’uomo”

Condividi su i tuoi canali:

None

 

 

 

Il Comitato di Sassuolo della Croce Rossa Italiana è lieto di comunicare a tutta la cittadinanza che DOMENICA 11 SETTEMBRE alle ore 11.30 in Piazza Garibaldi a Sassuolo sarà presentata la nuova ambulanza pediatrica acquistata grazie ai contributi raccolti con la campagna di raccolta fondi iniziata nel 2015  e denominata “La migliore amica dell’uomo”.

Alla Campagna hanno aderito sia aziende del territorio che privati cittadini e il contributo di tutti è stato determinante per raggiungere questo importante risultato.

Anche personalità e artisti, sassolesi e non, si sono offerti gratuitamente come testimonial e hanno aiutato a far conoscere a tante persone il lavoro del nostro Comitato a Sassuolo.

Questa nuova ambulanza, già attrezzata ed abilitata per svolgere servizi ordinari e di emergenza urgenza, entrerà in servizio subito dopo l’inaugurazione e sarà quindi a disposizione della comunità sassolese che ha fattivamente partecipato al suo acquisto.

Desideriamo ringraziare di cuore tutte le persone che anche con poco ci hanno aiutato a realizzare questo progetto che ci permetterà di essere ancora più vicini alla cittadinanza con la consueta professionalità e con strumenti sempre più efficienti e operativi.

 

Croce Rossa Italiana – Sassuolo

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria