In do l’eet cumpree ? Din don sveglia!

Condividi su i tuoi canali:

None

E’ la domanda, che probabilmente vale molti punti di PIL e viene sempre rivolta quando i modenesi si apprestano a fare un acquisto più o meno importante.

Ma non è solo il famigerato PIL a soffrire per tale domanda, dal momento che un buon 50% dei prodotti oggi sul mercato provengono dai paesi cosiddetti emergenti, Cina compresa.

Inutile stare ad elencare quali e quanti, ormai siamo invasi da veri e propri SUPERMERCATI pieni di questi sottoprodotti, senza qualità e solitamente copiati appunto dai produttori italiani.

Questo fenomeno però fa parte del gioco del libero mercato, quindi inutile piangersi addosso, perché in parte ce lo siamo anche cercato (vedi produzione delocalizzata dei nostri prodotti).

Il punto debole è che chi comanda in alcune categorie merceologiche è solo il PREZZO, e qui si accende l’interesse di moltissimi e informatissimi compratori italiani, i quali, visti i margini di guadagno non si fanno certo scrupolo di vendere fischi per fiaschi, pur di ottenere il maggior utile possibile.  Risultato :  crollo delle vendite dei nostri commercianti. Oltre al danno anche la beffa, quando si entra al bar.

Metà dei bar di Modena sono gestiti dai nipotini dei cinesi, quegli stessi che per anni hanno lavorato come schiavi, nascosti in scantinati dai nostri stessi ….( INDUSTRIALI  DELLA CONFEZIONE ?).

Ora più che mai serve chiedere “in do l’eet cumpree?” perché i tempi delle vacche grasse sono finiti da quel pezzo e il potere di acquisto dei modenesi  (din don sveglia) si è quasi azzerato  !!!

 

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

VISIT CASTELVETRO!

23/04 12:23 Non riesci a visualizzare correttamente questa newsletter? Clicca qui.Il nostro territorio, la vostra scoperta!Ponte del 25 Aprile – Cosa fare a Castelvetro! Il ponte del 25