In biblioteca e al Castello con il Green Pass

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Da venerdì 6 agosto entrano in vigore anche nei luoghi della cultura di Fiorano Modenese le misure approvate dal Governo.

 

Da venerdì 6 agosto, in base al DL 105/2021 entrerà in vigore su tutto il territorio nazionale l’utilizzo del Green Pass. In applicazione a tali disposizioni sarà necessario esibire il certificato all’ingresso in biblioteca comunale e negli altri luoghi della cultura del Comune di Fiorano Modenese, a partire dal castello di Spezzano e Museo della Ceramica, per tutti gli eventi che vi si svolgono (concerti di Note di Notte e in occasione delle aperture del fine settimana e delle visite guidate gratuite del 14 e 15 agosto). Il documento potrà essere mostrato in formato cartaceo o digitale.

Le disposizioni non si applicano ai soggetti esclusi per età (inferiore ai 12 anni) e ai soggetti esenti dalla vaccinazione sulla base di idonea certificazione medica.

Per gli utenti della biblioteca comunale che non sono in possesso del Green Pass sarà comunque possibile prendere in prestito i libri su prenotazione alla mail: biblioteca@fiorano.it) in modalità take-away . Ricordiamo che in agosto la biblioteca sarà aperta da lunedì a venerdì dalle ore 14.00 alle ore 19.00, tranne dal 7 al 15 agosto compresi.

Per avere il certificato occorre essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti: essere guariti da Covid-19 (validità 6 mesi dalla guarigione); aver ricevuto almeno una dose di vaccino anticovid (validità 6 mesi) oppure essere negativi a un tampone molecolare o antigenico rapido (validità 48 ore).

Ricordiamo che la normativa prevede che il Green Pass debba essere presentato per consumare al chiuso, seduti al tavolo, in qualsiasi esercizio di ristorazione (bar, pizzerie, gelaterie, ristoranti), per assistere a spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi, per entrare in musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre, per accedere a piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso; per partecipare a sagre e fiere, convegni e congressi, per accedere a centri termali, parchi tematici e di divertimento, a centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione; per entrare in sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò e per partecipare a concorsi pubblici.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gentilezza mal ripagata

Un gesto  di gentilezza, tenere aperto il portone  d’entrata del palazzo a chi segue … Le persone  educate lo compiono quasi automaticamente, non lascerebbero mai

Olimpiadi ma non in pace

Quando nell’antichità si svolgevano  le Olimpiadi, le guerre erano sospese da una tregua e quando Pierre de Coubertin volle riproporle nel mondo che si avviava