IMMINENTE PERICOLO DI “DONAZIONE PRESUNTA”

Condividi su i tuoi canali:

None
IMMINENTE PERICOLO DI “DONAZIONE PRESUNTA”
IL PARTITO DELLA MINISTRA LORENZIN HA PRESENTATO
“Modifiche alla disciplina relativa alla donazione di organi e tessuti”
“donazione presunta” è peggio del “silenzio-assenso”
 
Il Disegno di legge (DDL) n. 2751 “Modifiche alla disciplina relativa alla donazione di organi e tessuti”(L. 91/99) è stato presentato il 16.03.2017 dai Senatori di Alternativa Popolare (ex NCD) che fa capo ad Alfano, Lorenzin, Costa, Formigoni, Lupi, Cicchito… propone l’abrogazione del comma 2. e parte del comma 4.b) dell’Art. 4 della L. 91/99. Primo firmatario Sen. Marcello Gualdani (funzionario della regione di Sicilia).
Detto comma 2. recita: “I soggetti cui non sia stata notificata la richiesta di manifestazione della propria volontà in ordine alla donazione di organi e di tessuti, secondo le modalità indicate con il Decreto del Ministro della sanità di cui all’art. 5 comma 1., sono considerati NON donatori”.
 
In altre parole il comma 2. considera non donatore chi non ha ricevuto dall’ASL la notifica di richiesta di manifestazione della propria volontà “secondo modalità da garantire l’effettiva conoscenza della richiesta da parte di ciascun assistito”.  E al comma 4.b) considera donatore chi avendola ricevuta non abbia espresso alcuna volontà: il cosiddetto silenzio-assenso non praticato in quanto tale Decreto Ministeriale non fu mai emesso. Quindi a rigori, al presente, siamo tutti NON donatori regolarmente ingannati dalla inattività della pubblica amministrazione.
L’abrogazione del comma 2. e parte del comma 4.b) dell’Art 4) è una furbizia da malviventi perché renderebbe donatori tutti coloro che non hanno espresso alcuna volontà e non sono inseriti nel Sistema Informativo dei Trapianti, salvo che si presenti una dichiarazione autografa di opposizione entro i tempi di accertamento della cosiddetta “”morte cerebrale”” (6 ore). Inoltre tale DDL introdurrebbe la dichiarazione di volontà con modalità telematiche agganciandosi ancora una volta al Decreto fasullo e temporaneo “8 Aprile 2000” della Bindi, che non ha nulla a che vedere col Decreto attuativo previsto all’art. 5 della legge 91/99. La “donazione presunta” è peggio del “silenzio-assenso” perché introduce un automatismo che è più difficile da contrastare.
Mentre la canea propagandistica delle associazioni interessate ai trapianti su attivazione del Governo è sguinzagliata in ogni comune e lautamente finanziata, le autorità del Parlamento cripticamente agiscono contro i cittadini onesti e ignari che ancora si fidano delle autorità politiche e sanitarie. La Ministra Lorenzin, al pari dei precedenti Ministri della salute inadempienti che si sono succeduti dal 1999 ad oggi, merita l’interdizione perpetua dall’esercizio della professione di ministro per non sapere tenere a bada gli intrallazzi delle lobby trapiantistiche parlamentari.
Consiglio Direttivo
Presidente
Nerina Negrello
Lega Nazionale Contro
la Predazione di Organi
e la Morte a Cuore Battente
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Il ragazzo del treno

I fatti, abbondantemente diffusi da ogni  notiziario, sono  assai  scarni nel loro  orrore. Nella stazione di Seregno, mercoledì 25 gennaio, scoppia  un diverbio, pare per

Una mossa tempestiva e anche simbolica

Giorgia Meloni è in Algeria per la sua prima visita di stato. E’ incentrata sull’energia nell’ottica del Piano Mattei, finalizzato a fare dell’Italia l’hub energetico del