Il telo del Palladino, speriamo di non dover spendere altri soldi…

Condividi su i tuoi canali:

None

Il telo di Mimmo Palladino finalmente sta per lasciare la Ghirlandina, con somma gioia dei modenesi, dei turisti, e con grave dispendio di denaro per la città. Se oggi tutti gli amministratori locali modenesi si lamentano dei tagli governativi, è però necessario pensare a come sono stati spesi i denari pubblici in passato, e il telo della Ghirlandina ne è un esempio: 200.000 euro uscite dalle casse comunali, in tempi di vacche grasse. Che oggi sarebbero stati utili. Una goccia rispetto ai possibili 60 milioni di euro di tagli? Forse, ma una goccia anche rispetto alle tante spese inutili di questi anni, ai milioni di euro di erogazioni a fondo perduto, contenute nell’albo dei beneficiari, etc.

Oggi ce ne liberiamo: spero per questo che l’idea dell’assessore Marino di “valorizzare” questo telo, ormai ingrigito dal tempo e dallo smog, sia a costo zero, o addirittura ci aiuti a rientrare del denaro perduto, altrimenti sarà l’ennesima beffa. Ai danni di Modena e dei suoi cittadini.

 

Consigliere provinciale – PDL              

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo