Il sindaco e le passeggiate tra i kepab

Condividi su i tuoi canali:

Proponiamo questa ulteriore nota pungente rivolta al Sindaco da un gruppo della zona Tempio Stazione. Si tratta di due visioni di governo alternative e quindi tra loro inconciliabili o di incomprensioni superabili ?

 P rima di dispensare saggi consigli ci si restituisca una città sicura a misura anche di Modenesi

E così ora il Sindaco Pighi ci dice che dovremmo uscire di sera e consiglia ai giovani di assaggiare i kepab.

Se non fosse che ancora i media ci forniscono tali notizie in lingua italiana, penseremmo di essere in qualche paese estero in cui uno zelante ente turistico di stato cerca di promuovere le specialità locali tra i suoi visitatori.

Siamo usciti per mesi e mesi a passeggiare nella nostra zona, per mostrare che ancora qualche Italiano in giro di sera c’è, per monitorare e documentare il degrado e richiedere l’intervento, quando necessario, delle forze dell’ordine, per richiamare l’attenzione sui problemi che affliggono la parte di città dove risiediamo.

Non abbiamo avuto bisogno dei suggerimenti di nessuno per farlo.

E ora dovremmo rimanere in silenzio a sentirci dire, proprio da chi, se non fosse stato anche per le nostre passeggiate, per le nostre denunce, non si sarebbe mai reso conto della gravità della situazione, che dobbiamo uscire di sera?

E per andare dove, di grazia?

Per entrare in un Kepab di 8 mq. senza toilettes, in cui si vende cibo scaduto e mal conservato, dove lavorano abusivamente clandestini, da cui fuoriescono odori tali da indurre a portarsi dall’altro lato della strada, magari?

O forse dovremmo per fare sosta in un locale già teatro più volte di risse e provvedimenti di chiusura da parte del Questore, facendo lo slalom tra prostitute e balordi?

Quanti sono i locali graziosi, spaziosi, attrezzati, gestiti da personale italiano, ben illuminati anche all’esterno, dove potersi sedere a bere o a magiare qualcosa in tranquillità, magari ascoltando musica a un livello tollerabile o assistendo alla presentazione di un libro?

Prima di essere tanto prodigo nell’elargirci suggerimenti su cosa dovremmo fare, ci piacerebbe che il Sindaco di Modena ci consegnasse, o meglio ci restituisse, una città sicura, nei fatti, non solo nelle solite promesse, e a misura non soltanto di immigrati, ma pure di Modenesi, i quali non è detto che desiderino mangiare kepab ogni sera.

Il Sindaco sa bene cosa chiediamo per far rivivere questa zona: smantellare i ghetti esistenti per riuscire a riportare qui anche gestori italiani al fine di favorire l’integrazione e procedere al più presto alle operazioni di recupero dei contenitori dismessi.

Riteniamo anche che il Sindaco immagini che non abbiamo gradito affatto, stanti le condizioni attuali, il suo secco “no” al ripristino, anche solo provvisorio per gestire l’emergenza, dei turni di notte della Polizia Municipale.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Fiera di San Rocco 2022

Dal 12 al 16 agosto: cinque giorni di festa, spettacoli e tanto cibo, ad ingresso gratuito! Ecco in arrivo la ultracentenaria Fiera di san Rocco,

Corso per Clown Dottori

Si parte a ottobre, ma gli incontri di presentazione del corso sono previsti il 6 e il 10 settembre L’associazione Dìmondi Clown organizza, a partire