Il presidente Guido Sirri assolto con formula piena. Perché il fatto non sussiste

Condividi su i tuoi canali:

None

 

“Finalmente mi libero di un grande peso e viene riconosciuta la mia piena onestà. Grazie ai tanti colleghi che mi hanno sempre confermato la loro fiducia.”

Assolto con formula piena perché il fatto non sussiste. E’ questa la sintesi dell’epilogo della vicenda giudiziaria che aveva coinvolto il presidente del Consorzio Il Mercato Guido Sirri indagato dopo che era stato presentato un esposto presso la Procura di Modena su presunti illeciti da lui compiuti.

“Per me è stato un periodo davvero difficile, perché è stata messa in discussione la mia correttezza ed onestà. Inoltre mi sono dovuto difendere da accuse che hanno danneggiato la reputazione non solo mia ma anche quella del Consorzio, una realtà che insieme a tanti colleghi ha permesso al mondo degli ambulanti di potersi avvalere del supporto professionale nella gestione dell’evoluzione della professione”.

“Ora voglio guardare avanti e tornare a concentrarmi su quello che è da sempre stato il mio unico obiettivo, vale a dire promuovere e tutelare la professionalità e dignità di tanti imprenditori che come me, con non pochi sacrifici, hanno scelto la professione di ambulante”.

“Non nascondo – conclude Guido Sirri – una grandissima amarezza nei confronti di chi mi ha ingiustamente accusato. Con Confesercenti ho collaborato positivamente per oltre vent’anni, affidando loro l’amministrazione del Consorzio stesso. Credo che di avere ricevuto tanto e di avere fatto altrettanto nei confronti dell’associazione. Proprio per questa ragione in certi momenti mi è parso di vivere in un incubo dal quale finalmente, oggi, come da sempre ho auspicato, mi sono svegliato. Un ringraziamento infine va ai tanti colleghi che mi sempre hanno confermato la loro fiducia e al mio legale avvocato Giorgio Pighi.”

La sentenza di questa mattina, mettendo la parola fine ad un contenzioso che non c’era motivo di instaurare, comporta la chiara conclusione che Guido Sirri non commise reati, in quanto agì correttamente nei confronti dei soci e dell’Amministrazione comunale. Il Consorzio il Mercato, sotto la sua presidenza, ha quindi rispettato lealmente le leggi, la Convenzione e lo statuto consortile.

Per informazioni: Nevent S.r.l., 059 29.29.413, 347 5538247

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.