Il popolo delle rosse

Condividi su i tuoi canali:

None

Il campionato mondiale  2007 di Formula 1 è alle porte.

Michael Schumacher ha lasciato il suo posto di guida ancora caldo e subito un asso è stato calato dalla scuderia di Maranello.

Il giovane finlandese Raikkonen affiancherà l’altrettanto giovane brasiliano Felipe Massa alla guida dei bolidi di Maranello.

Una giovane scoppiettante accoppiata che fa ben sperare gli adoranti fans del  nero  cavallino rampante.

Anche la macchina pare sia tecnologicamente all’avanguardia. Tant’è vero che ancora è rimasta segretamente celata  e protetta dagli sguardi dei tifosi sognanti e degli addetti alla stampa sportiva. Poco è dato sapere ma pare proprio che sia una meraviglia e che possieda tutti i presupposti per presentarsi oltremodo vincente sin dall’inizio della stagione.

E’ ovvio che il popolo delle rosse ha grandi aspettative sin dal primo appuntamento.Il cuore degli sportivi batte e quale cuore non potrebbe essere quello più pulsante se non quello dei tifosi strettamente modenesi ? Il locale club cittadino ha innestato il turbo e nelle ultime settimane ha fatto grandi cose. La sede di via Misley 1 è rimasta la solita ma l’intera decorazione interna e la parte esterna sono  state riconcepite e  ridisegnate. Il giallo ed il rosso,i classici colori del mitico “”Drake”” la fanno da padrone.Pezzi di motore,gagliardetti,fotografie,posters,fotografie di importanti momenti sportivi della storia della Ferrari ontribuiscono a dare calore all’ambiente. La sala di ritrovo si è allargata ed i momenti conviviali non mancano. Ogni due mercoledi’ sera gli uomini in rosso si ritrovano e sotto la sapiente regia dello chef “”Adri”” Adriano Camurri volano porzioni di tortelloni e tagliatelle che starebbero bene al desco di Gargantua. E poi tigelle,coniglio alla cacciatora,gnocco fritto , bollito misto,fagioloni e tutto il resto di una ottima cucina nostrana condiscono i commenti,strettamente motoristici, degli associati. Soci che hanno fatto della Ferrari parte della loro vita,del loro lavoro,del loro  modo di vivere e dei loro sogni sportivi. Tanti i giovani  che si avvicinano a questo mondo sportivo perchè presi per mano dai loro nonni e che a suo tempo lavorarono fianco a fianco con l’Ingegnere. Operai,tecnici,battilastre,gommisti,verniciatori sin su a personaggi che portarono in alto la Ferrari .Ad esempio  l’ ingegner Forghieri. Non mancano le “”Ladies in red””. Donne giovani e non più che hanno destinato parte del loro cuore a quell’amante segreto che sia chiama :Scuderia Ferrari. E poi qualche associato che ci permettiamo chiamare esotico :cinque portoricani,due svedesi e tre cinesi. Tutti associati recenti che hanno conosciuto il Club  via internet. Insomma un mondo di pazzi e fanatici scatenati che, nel nome di un sogno e di una intramontabile filosofia sportiva  ,si sono riuniti anche se sino a poco fa  non si conoscevano.

Ideatore e mente del rilancio del Club Enzo Ferrari è il nuovo Presidente Enrico Benini. In poche settimane si sono raggiunte oltre 100 quote di iscrizione e  che aumentano vertiginosamente settimana dopo settimana. Braccia organizzative del circolo sono il Vicepresidente Stefano Pedrielli e l’addetto stampa Arrigo Martinelli. Si stanno organizzando raduni di automobili private che ripercorreranno le strade del territorio nel ricordo delle glorie della scuderia. Uscite di gruppo per assistere ai gran premi. Bandiere,cappellini,parrucche,magliette ed accessori,strettamente rossi,sono pronti negli armadi per essere indossati con orgoglio in tutti i circuiti. Insomma con 50,00 euro di tesseramento annuale promettiamo emozioni,sensazioni e momenti esaltanti tutti insieme nel nome di un mito che tutti ci accomuna:Ferrari.

Chi vuole conoscere i pazzi in rosso ed avvicinarsi maggiormente a questo nostro mondo semplicemente prenda contatto con il 339-5464300  per procedere alla propria iscrizione.

Promettiamo un mare di sorprese dove simpatia,voglia di stare bene insieme e solidarietà non mancano Certo parliamo anche di solidarietà perchè una parte della quota associativa viene devoluta alla U.I.L.D.M l’associazione che si occupa della lotta contro la distrofia muscolare. Popolo delle rosse vi aspettiamo fra noi.

 

Addetto stampa Enzo Ferrari Club di Modena 

 

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria